rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Attualità Vittorio Veneto

Minutella in Veneto, allontanato anche dalla diocesi di Vittorio Veneto

Alessandro Minutella e fra Celestino della Croce, messi al bando dalle diocesi di Treviso, Padova e Venezia, non potranno accedere nemmeno nelle chiese e nei luoghi di culto del Vittoriese

In una lettera indirizzata ai sacerdoti della diocesi di Vittorio Veneto nella giornata di lunedì 19 dicembre, monsignor Corrado Pizziolo è intervenuto in merito alla presenza in Veneto di Alessandro Minutella, ex presbitero dell’Arcidiocesi di Palermo scomunicato dal Papa il 18 agosto del 2018 per aver commesso il delitto contro la fede e l’unità della Chiesa.

«Più di qualcuno - si legge nella missiva - mi ha chiesto se valga anche per la diocesi di Vittorio Veneto la comunicazione diffusa dalle diocesi a noi confinanti di Padova, Treviso e Venezia, riguardo alla presenza nel nostro territorio di Alessandro Minutella. Rispondo positivamente. Il provvedimento canonico che gli è stato comminato (scomunica e riduzione allo stato laicale) non permette nel modo più assoluto di concedere a lui (e alle altre persone che lo accompagnano) luoghi di culto e spazi, sia interni sia esterni, di proprietà di enti ecclesiastici. Al di là del necessario rispetto verso di lui come verso ogni altra persona - conclude Pizziolo -, invito tutti ad attenersi a questa indicazione ed eventualmente, se lo si ritiene opportuno, ad informarne i fedeli».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minutella in Veneto, allontanato anche dalla diocesi di Vittorio Veneto

TrevisoToday è in caricamento