menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altivole, 700 volumi ordinati dalla biblioteca con il decreto Rilancio

Il sindaco Chiara Busnardo :«Abbiamo ottenuto un contributo di 10.001,90 euro sfruttando l’opportunità del decreto Rilancio»

La biblioteca di Altivole ha ottenuto un contributo di 10.001,90 euro in base al decreto rilancio per sostenere il mondo del libro. «Abbiamo già ordinato circa 700 nuovi volumi nelle librerie del territorio. Gli acquisti andranno così ad arricchire il nostro già corposo patrimonio librario, con 26.037 volumi presenti», spiega il sindaco Chiara Busnardo.

«Il contributo ci è stato riconosciuto in misura superiore rispetto a quanto inizialmente previsto perché non tutte le biblioteche italiane hanno colto quest’importante opportunità» ha detto il primo cittadino, illustrando che il bando, per cui si poteva presentare istanza in via telematica fino al 15 luglio, prevedeva  diversi contributi da 1.500 a 7.000 euro in base all’entità del patrimonio librario. La biblioteca di Altivole, con oltre 20mila volumi, poteva accedere al contributo di 7.000 euro ma le  sono stati riconosciuti 3.001,90 euro in più.

«Lo staff della nostra biblioteca ha presentato la domanda il giorno stesso dell’uscita del bando - prosegue la Busnardo -  la nostra domanda è stata la numero 15 a livello nazionale e, anche se la data di presentazione non assegnava priorità nell’assegnazione delle risorse, la rapidità e l’attenzione nel reperire tutti i finanziamenti disponibili è un segnale di efficienza che continuiamo a garantire per assicurare i migliori servizi possibili ai nostri cittadini». 

La biblioteca ha già effettuato ordini per acquistare le nuove letture selezionate per tutte le fasce d’età: bambini 0-6, per chi frequenta la scuola primaria e secondaria, racconti, gialli e romanzi d’avventura per i giovani adulti fino ai 25 anni e diversi generi di libri dal romanzo alla saggistica per gli adulti. Una parte del fondo è invece dedicata a ricomprare le nuove edizioni dei classici che negli anni sono stati consumati. È infatti molto alta l’affluenza nella biblioteca altivolese : sono circa 15mila i prestiti all’anno, dvd compresi, circa mille le persone che ogni mese vengono in media in biblioteca. Un servizio apprezzato, tant’è che durante la fase acuta dell’emergenza Covid 19 la biblioteca si è attrezzata con la consegna libri a domicilio grazie alla collaborazione della Protezione Civile. Ora la situazione è tornata quasi alla normalità, con la possibilità degli utenti di consultare direttamente i libri dagli scaffali, igienizzando le mani e rispettando il distanziamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento