Cimitero di Mogliano, ampliamento anticipato di un anno: «Indispensabile»

Emergenza in città, mancano luoghi di sepoltura. I lavori prevedono: 143 loculi su due blocchi, 320 nuove celle per ossari o cinerari e un campo che ospiterà 56 fosse

Il progetto per l'ampliamento del cimitero di Mogliano

Il Consiglio comunale di lunedì sera, 30 novembre, a Mogliano Veneto ha dato il via ai lavori per creare nuovi spazi sepolture presso il cimitero centrale del paese.

L'opera è stata anticipata al 2020, sebbene fosse prevista nel 2021, perché la situazione cimiteriale è grave e c'è assoluta necessità di luoghi di sepoltura in più. «E' importante garantire ai cittadini moglianesi la possibilità di poter piangere i propri parenti in città. Oltretutto in quest’anno drammatico, stando ai dati, la nostra città vede il 28% in più di decessi rispetto allo scorso anno - dichiara in prima battuta il sindaco Davide Bortolato - e ci è sembrato giusto e doveroso intervenire giocando in anticipo e con massima celerità». L’emergenza in città è evidente, mancano infatti luoghi di sepoltura; l’opera che sarà realizzata prevede di intervenire nell’ala sud del cimitero centrale, con 143 nuovi loculi disposti su due blocchi, 320 nuove celle per ossari o cinerari su un nuovo blocco e infine un nuovo campo d’inumazione per un totale di 56 fosse; intervenendo così su circa il 50% dell’ala sud del Cimitero per un costo complessivo di circa 500mila euro. Un primo intervento che rientra nel Piano Regolatore Cimiteriale che evidenzia e risolve le problematiche legate a tutti i cimiteri della città.

photo_2020-12-01_14-21-35-2

«Troviamo poi infinitamente meschino fare politica su queste tematiche, senza pensare a tutte quelle persone che in questo periodo si sono trovate davanti all’impossibilità di piangere i propri cari nel Cimitero Centrale - conclude il sindaco Bortolato - lunedì sera, infatti, durante il Consiglio comunale, l’Opposizione ha espresso voto contrario, contestando in maniera goffa e imbarazzante che l’opera poteva svilupparsi in due stralci e non subito come l’emergenza richiede con però un relativo cospicuo aumento dei costi di realizzazione. Ero stato schernito in campagna elettorale, quando nel mio programma parlavo dell’importanza di creare nuovi spazi per i nostri defunti, e oggi partiamo con un’opera importante per dare risposte a quelle che sono le esigenze dei moglianesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento