Attualità San Vendemiano

Emorragia cerebrale, tassista perde la vita a 35 anni

Andrea Moioli è mancato all'affetto dei suoi cari sabato mattina, 4 giugno. Venerdì sera si era sentito male improvvisamente, inutile il ricovero in pronto soccorso. Martedì mattina l'ultimo saluto

San Vendemiano in lutto per la scomparsa improvvisa di Andrea Moioli, tassista di 35 anni scomparso sabato mattina a causa di un'improvvisa emorragia cerebrale. Venerdì sera, 3 giugno, Andrea si era sentito male all'improvviso. Nonostante il ricovero immediato in pronto soccorso le sue condizioni di salute si sono aggravate di ora in ora, portandolo al decesso.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", Andrea lavorava come tassista a Conegliano ormai da cinque anni. Persona solare, di gran compagnia, era conosciutissimo nella zona del Coneglianese. Residente a San Vendemiano, la sua scomparsa improvvisa ha lasciato tutti senza parole. Andrea aveva studiato all'istituto "Dante Alighieri" di Vittorio Veneto, dove si era diplomato come geometra per poi frequentare la facoltà di Economia all'Università di Udine. Alla fine aveva deciso di mandare avanti la tradizione lavorativa di famiglia diventando tassista e iscrivendosi alla Camera di commercio. A piangerlo oggi la mamma Gabriella, il papà Dino, la sorella Sara con Andrea, Sara, zii, cugini e amici tutti. L'ultimo saluto ad Andrea è stato fissato per martedì 7 giugno, alle 10.30, presso la chiesa parrocchiale di San Vendemiano. Dopo la cerimonia la salma proseguirà poi per la cremazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emorragia cerebrale, tassista perde la vita a 35 anni
TrevisoToday è in caricamento