rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Attualità Valdobbiadene / Piazza Marconi

Antica Fiera di San Gregorio, Zaia: «Siccità, non escludo un'ordinanza»

Domenica 12 marzo il taglio del nastro a Valdobbiadene, emergenza idrica e sviluppo turistico le sfide chiave per il territorio delle colline Unesco. Arrivato anche il video saluto del Ministro Lollobrigida

Inaugurata a Valdobbiadene l’Antica Fiera di San Gregorio 2023, appuntamento a cui non hanno voluto mancare le più importanti autorità del territorio, per testimoniare la rilevanza di questo storico evento.

zaia-fiera-san-gregorio-1

Come da tradizione, a tagliare il nastro che dà il via alla manifestazione è stato il presidente del Veneto, Luca Zaia, che dal palco di Piazza Marconi, ha esordito ringraziando i volontari, il Comune di Valdobbiadene e tutte le persone, compresi gli espositori, che hanno reso possibile la realizzazione della fiera. Ha poi proseguito ricordando «chi non c’è più, gli agricoltori e i viticoltori che si sono spaccati la schiena su queste colline e che questo benessere, questo successo non lo hanno mai visto. Siamo davanti ad un'agricoltura eroica, un fenomeno osservato a livello internazionale. Dobbiamo prepararci perché questa è la destinazione turistica che cresce di più in Veneto: noi abbiamo 73 milioni di presenze turistiche e la prima industria in Veneto è il turismo, con 18 miliardi di euro di fatturato; non a caso oggi inauguriamo anche lo sportello IAT. Adesso dobbiamo crescere, affrontare questa sfida non facile ma che porta benessere. Per questo è necessario fare sistema con le Olimpiadi che porteranno grande visibilità, con 3 miliardi e mezzo di persone nel mondo che le guarderanno e 1 miliardo di Pil in più in Veneto; questo vuol dire che, siccome su tre bottiglie di bollicine una è di Prosecco, dobbiamo essere pronti a farci spazio». Il presidente Zaia ha quindi concluso il proprio intervento ponendo l’accento sull'emergenza siccità: «Siamo in grossa difficoltà, non escludo che sia necessaria un’ordinanza nei prossimi giorni, vi chiedo di darci una mano risparmiando la risorsa idrica; spero che a livello nazionale si decida di finanziare un grande piano, che si possa andare avanti con la pulizia degli invasi alpini, e poi bisogna decidere di autorizzare l’utilizzo delle cave in pianure per creare una rete di invasi, finanziando il mondo dell’agricoltura affinché si possano studiare metodi per non disperdere la risorsa idrica, sui modelli di aridocoltura come, ad esempio, in Israele».

zaia-fiera-san-gregorio

Il programma

Dopo il taglio del nastro la Fiera di San Gregorio si appresta a proseguire con moltissimi eventi ed attività in programma: 150 gli espositori presenti in Piazza Marconi che, con una forte specializzazione in ambito di tecnologie e macchinari per la viticoltura, fanno di San Gregorio punto di riferimento per i produttori dell’area del Prosecco Superiore. Sempre piazza Marconi ospiterà la Cittadella dei prodotti tipici, con degustazioni dei migliori prodotti locali ed un punto informativo per il consumatore, la Loggia del municipio accoglierà la tradizionale Enoteca per la degustazione delle migliori produzioni del Conegliano Valdobbiadene Docg. Grande risalto anche agli artigiani locali le cui produzioni saranno in mostra nel Quartiere Artigiano, realizzato in collaborazione con Confartigianato. A Villa dei Cedri si potrà invece visitare il Parco della Creatività dedicato ad arte e hobby, la Poesia del Paesaggio, a cura degli Amici del Presepe di Valdobbiadene, la mostra d’arte Lo sguardo dei sogni, dell’artista Mirella Sotgiu, l’esposizione Attrezzi di altri tempi – Ricordi di economia rurale, a cura del prof. Antonio Feletti oltre alla Ruota Panoramica tanto attesa da grandi e piccini. Ancora, Palazzo Celestino Piva ospiterà la 14^ edizione della Cittadella dei Taglienti, un evento nell’evento che celebra la tradizione della forgiatura, figlia di secoli di lavorazione nei magli dell’Altamarca, e il suo legame con il lavoro agricolo, e l’esposizione Coltelli&Gioielli che presenterà una folta schiera di artisti di tutta Italia che lavorano i metalli con svariate tecniche. Infine, i convegni, che proseguiranno fino al 23 marzo, realizzati in collaborazione con le associazioni di riferimento del mondo agricolo: Confagricoltura, Coldiretti e Cia. Ben cinque gli appuntamenti in programma incentrati sulla fragilità del settore agricolo, sul cambiamento climatico e sulle nuove frontiere della sostenibilità in agricoltura, aspetti oggi imprescindibili per chi opera in agricoltura. E non mancherà lo spazio dedicato al divertimento per tutta la famiglia con le giostre del Luna Park e la ruota panoramica di 20 metri nel parco di Villa dei Cedri.

fiera-san-gregorio-2023

Gli altri commenti

«Grazie a tutte le autorità presenti oggi - ha detto Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene - presenza che porta un grande segno di vicinanza a chi per un anno intero ha lavorato all’Antica Fiera di San Gregorio, occasione di confronto su tematiche sempre più importanti per il settore agricolo e il territorio. Saluto anche il Sindaco di San Gregorio Magno Nicola Padula, il vicesindaco Rita Robertazzi e l’Assessore di Minori Maria Citro, Comuni della provincia di Salerno e della Costa d'Amalfi con cui ci lega un patto d’amicizia incentrato sulle piccole produzioni locali, le piccole eccellenze che rendono grande la nostra Italia».

«Sono proprio le PPL, le piccole produzioni locali, a fare da traino al turismo del territorio - ha aggiunto il vicesindaco di Valdobbiadene, Pierantonio Geronazzo -. le PPL sono nate a Valdobbiadene e ci hanno reso grandi, lo confermano i turisti che oggi arrivano nel territorio richiamati dal Prosecco Superiore Docg e che qui si fermano decisi a scoprire i formaggi di malga del Monte Cesen, gli insaccati locali, le confetture e tutto ciò che è produzione tipica locale».

«Valdobbiadene è il cuore dei 9.700 ettari divenuti patrimonio dell’umanità - ha proseguito Marina Montedoro, presidente dell'Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene che ha sede a Valdobbiadene - qui oggi inauguriamo il rinnovato ufficio IAT la cui immagine coordinata è impreziosita da alcuni elementi fortemente identificativi dell’area riconosciuta Unesco; è uno dei primi uffici turistici oggetto di questo restyling, realizzato grazie al fondamentale contributo e al supporto della Regione del Veneto e grazie al quale è possibile portare un valore aggiunto a questi bellissimi territori».

Infine, il video-saluto del Ministro per l’Agricoltura, Francesco Lollobrigida: «Non ho potuto partecipare in presenza ma tengo a farvi arrivare i miei migliori auguri e ringraziarvi per il lavoro che portate avanti. L’anima del Made in Italy risiede nelle tradizioni locali, nelle comunità vive e attive che si prendono cura del territorio del paesaggio e dei suoi frutti. Il cibo sintetico e le diete omologate non possono favorire il benessere dei popoli e delle nazioni ma piuttosto gli interessi di poche, grandi multinazionali. Noi siamo per i prodotti autentici della terra, per il buon cibo e per la convivialità. La dieta mediterranea è Patrimonio dell’Umanità, così come le Colline di Conegliano e Valdobbiadene; nei nostri territori nascono eccellenze famose in tutto il mondo e preziosi prodotti di nicchia che esprimono qualità, biodiversità e gusto per la vita. Questi sono fattori che rendono unica l’Italia e noi italiani per primi dobbiamo esserne consapevoli e orgogliosi. Gli eventi e le fiere sul territorio sono importanti perché contribuiscono ad andare avanti in questo percorso. Abbiamo il compito e l’onore di tutelare e tramandare tutto questo. Ancora grazie, quindi, del vostro impegno e spero di potervi incontrare presto soprattutto per brindare con il meraviglioso Prosecco Superiore e poter affermare che il vino italiano è un prodotto d’eccellenza che deve essere difeso ed esportato in tutte le aree del mondo per garantire maggiore ricchezza alla nostra bella Italia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antica Fiera di San Gregorio, Zaia: «Siccità, non escludo un'ordinanza»

TrevisoToday è in caricamento