Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità Centro / Vicolo Rialto

Antico Pallone cambia gestione: torna la famiglia De Checchi

Orlando Milani, dopo 34 anni dietro il bancone della storica osteria di Treviso, passerà il testimone a Luca De Checchi nipote del primo fondatore del locale, aperto dal 1910

Orlando Milani lascia l'Antico Pallone. Dopo 34 anni di storia in una delle osterie simbolo di Treviso, il gestore ha deciso di passare il testimone alla famiglia De Checchi che, nel 1962, aveva già gestito il locale di Vicolo Rialto.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", il passaggio di consegne avverrà tra un mese e mezzo, mercoledì 1º giugno, una data che si preannuncia storica per la città dal momento che l'osteria "All'Antico Pallone", negli anni, è diventata un punto di riferimento imprescindibile per tantissimi trevigiani: dai panini con la porchetta alle ombre di vino, senza disdegnare birre ricercate, tramezzini e cicchetti sfiziosissimi. Orlando e la moglie Lucia hanno fatto il resto: il 5 febbraio dell'1988 Milani aveva preso in gestione il locale dalla famiglia De Checchi. A quei tempi l'osteria si chiamava "Vini al pallone", con la nuova gestione il nome era cambiato dando il via ad un rapporto unico con i clienti: dal lancio dei dadi per decidere chi doveva pagare il conto, ai sorrisi e alle battute immancabili dietro il bancone. Dopo gli ultimi due anni segnati dalla pandemia, Milani ha deciso di cedere il testimone, godendosi la pensione e mettendo fine ad una pagina bellissima di storia trevigiana. L'osteria passerà ora a Luca De Checchi, nipote di Giovanni, gestore negli Anni '60 del locale in Vicolo Rialto. Aperto nel 1910 dal pisano Enrico Carignani con il nome di "Fiaschetteria Toscana", l'osteria era stata rilevata dalla famiglia Furlanetto di Casale e successivamente dalla famiglia De Checchi. Corsi e ricorsi storici con un'unica certezza: l'Antico Pallone resterà per sempre un simbolo di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antico Pallone cambia gestione: torna la famiglia De Checchi
TrevisoToday è in caricamento