Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Treviso arriva la mappatura dei ladri nei quartieri: ecco la app "antifurto"

Andrea Gallo, Comandante della polizia locale: «Dalla prossima settimana “TrevisoSicura” permetterà la mappatura dei furti in tutto il territorio comunale»

 

«Nelle ultime settimane bbiamo pianificato una serie di iniziative e servizi mirati al contrasto dei furti, ritenuti a torto di micro-criminalità - spiega il Comandante della Polizia Locale Andrea Gallo - Sempre più spesso, infatti, rischiano di diventare atti criminosi soprattutto se il furto si trasforma in rapina. Le azioni pensate, progettate e pianificate riguardano il controllo preventivo del territorio mediante posti di controllo dalle 17 alle 22 di ogni giorno, orario durante il quale viene registrato il maggior numero di furti in abitazione». Verranno dunque impiegate 4 pattuglie al giorno dedicate a questo servizio, per circa 208 posti di controllo e 3210 persone controllate ogni mese.

Ulteriore azione per la sicurezza dei cittadini, per la prima volta in Italia, sarà l'utilizzo di una applicazione per smartphone e tablet, denominata “TrevisoSicura” (ideata da Gallo, ma progettata e regalata al Comune dall'azienda Lapis che quest'anno compie 25 anni di attività) che, a partire dalla prossima settimana, permetterà la mappatura dei furti a cura del Nucleo di Polizia Giudiziaria del Comando. Per garantire l’efficacia della App sarà però determinante la collaborazione dei cittadini che dovranno comunicare l'avvenuto furto (per la segnalazione bastano pochi passaggi) e la denuncia alle forze di polizia, creando così una vera e propria mappatura dei punti maggiormente colpiti dai ladri. Guardando i dati Istat per Treviso, infatti, nel 2017 si sono registrati 2501 furti, mentre nel 2018 ben 2892, questo seppur dall'1 novembre 2019 al 28 febbraio 2020 siano stati effettuati 601 posti di controllo da parte della polizia locale.

Queste le parole ai nostri microfoni del sindaco Mario Conte: «Invito vivamente tutti i cittadini all'utilizzo della nuovissima App "TrevisoSicura", scaricabile gratuitamente e senza registrazione dal sito trevisosicura.it e nei prossimi giorni anche dagli store iOS e Android. La app, nello specifico, serve a segnalare e geolocalizzare i furti ma l’utilizzo deve sempre e comunque seguire alla denuncia alle forze dell’ordine. La sicurezza dei cittadini continua infatti ad essere una nostra priorità. La tecnologia e la collaborazione con gli utenti tramite app può rappresentare una soluzione importante per contrastare le azioni criminose. Siamo assolutamente convinti che un piano di prevenzione come quello messo a punto dal Comando possa aiutare ad arginare il fenomeno».

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento