rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità Asolo

Cinture di sicurezze: multe a raffica nell'asolano, sorpreso anche un minore

Per tutti è scattata una multa di 83 euro e la decurtazione di 5 punti sulla patente. Sanzionato anche un caso di guida in stato di ebbrezza, per un tasso alcolemico di 0,6 g/l rilevato all’etilometro

Sicurezza stradale sotto l’albero. I controlli pomeridiani e serali sulla strada degli agenti del Servizio Associato di Polizia Locale dell’Asolano, competente per i tre Comuni di Asolo, Fonte e Maser, sono proseguiti anche nello scorso weekend di Natale. Sono stati controllati in tutto 215 veicoli, 3 dei quali stavano viaggiando con la revisione scaduta. Per i conducenti è scattata una multa di 173 euro, più il fermo del veicolo fino all’effettuazione della revisione. È stato inoltre sanzionato un caso di guida in stato di ebbrezza, per un tasso alcolemico di 0,6 g/l rilevato all’etilometro, con conseguente ammenda di 546 euro, sospensione della patente e decurtazione di 10 punti dalla patente.

Allarme cinture, multato anche un minorenne

Colpisce tuttavia ancora una volta il dato dei veicoli che procedono senza l’utilizzo delle cinture di sicurezza: ben 7 quelli intercettati dagli agenti, con altrettante elevazioni di una multa di 83 euro, associata alla perdita di 5 punti sulla patente. Tra questi è stato rilevato un caso di mancato uso della cintura da parte di un minore, nell’auto guidata dal genitore. Si ricorda che chi trasporta un minore ha l’obbligo di allacciargli la cintura di sicurezza e che, in caso di recidiva per mancato uso delle cinture, entro due anni dalla prima violazione si applica la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

Allacciare le cinture è non solo un atto obbligatorio per legge ma anche un comportamento di consapevolezza per la propria e per l’altrui sicurezza. Nell’eventualità di un incidente con danni alle persone il conducente che non ha imposto l’uso delle cinture ai passeggeri rischia di rispondere del reato di lesioni stradali gravi o anche, nel malaugurato caso di sinistro con esiti mortali, di concorso in omicidio stradale. Numerose compagnie assicurative, inoltre, non risarciscono o risarciscono solo parzialmente i danni da sinistro stradale subiti dal conducente o da terzi trasportati, se sprovvisti di cintura di sicurezza.

Dal bilancio dei controlli stradali operati nel weekend natalizio dal Servizio Associato di Polizia Locale dell’Asolano emerge quindi anche un monito a tenere bene in considerazione tutti questi aspetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinture di sicurezze: multe a raffica nell'asolano, sorpreso anche un minore

TrevisoToday è in caricamento