menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto per la nuova palestra comunale di Asol

Il progetto per la nuova palestra comunale di Asol

Asolo: aggiudicato l’appalto per la nuova palestra comunale

Il bando vinto dalla Tecnohabitat Ingegneria di Montebelluna. Entro giugno la gara di appalto per l’affidamento dei lavori e a fine anno la partenza del cantiere con i primi lavori

Una delle opere pubbliche più attese ad Asolo sta per vedere la luce: in questi giorni, infatti, è stato aggiudicato l’appalto per la progettazione esecutiva e direzione lavori della nuova palestra comunale che sarà realizzata in un’area adiacente alla scuola elementare “Città di Asolo”. La ditta vincitrice, su sei concorrenti che avevano partecipato al bando, è la Tecnohabitat Ingegneria di Montebelluna. Entro fine aprile la società aggiudicataria consegnerà il progetto esecutivo ed entro giugno si procederà all’indizione della gara di appalto per i lavori. Entro settembre avverrà l’aggiudicazione provvisoria alla ditta per la costruzione della palestra. Infine, entro novembre, sarà sottoscritto il contratto di appalto e a fine anno è programmato l’inizio dei lavori, con i tempi di realizzazione fissati in 15 mesi. L’importo dell’opera pubblica ammonta a 2 milioni 845mila euro, di cui 1 milione 705mila di contributo statale dal Ministero dell’Istruzione e 1 milione 140mila di risorse proprie del Comune di Asolo.

IMM2-2

Il progetto definitivo - che rappresenta lo stadio precedente alla progettazione esecutiva - della nuova palestra comunale ha già ottenuto tutte le autorizzazioni degli enti competenti: Genio Civile, Ulss, Vigili del Fuoco, Coni e Comitato provinciale del Pubblico Spettacolo. Il nuovo edificio sarà infatti destinato a più funzioni: palestra scolastica e palestra sportiva ma anche sede per tenere manifestazioni, eventi e spettacoli. La struttura avrà 300 posti a sedere sulle tribune e in caso di spettacoli e manifestazioni potrà contenere 600 persone. Sarà un fabbricato con certificazione nZEB (nearly Zero Energy Building) e cioè “ad energia quasi zero”, quindi ad altissima prestazione energetica con fabbisogno energetico molto basso e coperto da fonti di energia rinnovabili quali i pannelli fotovoltaici. Il riscaldamento sarà invece a pompa di calore. Ciò comporterà una drastica riduzione dei consumi e un ridottissimo impatto sull’ambiente.

IMM4-2

«Il Comune di Asolo continua a lavorare sul risparmio energetico, che vuol dire il minor impatto ambientale possibile e anche la riduzione delle spese di manutenzione - dichiara il sindaco Mauro Migliorini - La nuova palestra comunale è un’opera attesa ormai da trent’anni, che era prevista dal nostro programma elettorale, la cui realizzazione sarà avviata alla fine di quest’anno e che sarà conclusa dopo un anno e tre mesi di lavori. Finalmente riusciamo a chiudere questo iter, dando un nuovo servizio polivalente alla cittadinanza: palestra, auditorium, luogo di incontro - conclude il sindaco -. È bello ricordare che nel 2014 il luogo dove è ubicata la scuola primaria era un cantiere abbandonato, con parte delle strutture fatiscenti. Oggi c'è una scuola che, per metodica di costruzione, spazi, tipologia di materiale utilizzato, risparmio energetico, viene considerata un modello di best practices. E domani sarà un punto di riferimento per tutto il territorio. La nuova palestra segue la stessa filosofia, è un’opera del presente che guarda anche al futuro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento