rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità Asolo

Ad Asolo prende finalmente vita il progetto per la nuova palestra comunale

Affidati i lavori per la costruzione di una delle opere pubbliche più attese, ossia una palestra scolastica, agonistica e sede per manifestazioni e spettacoli in un edificio “a energia quasi zero”

Alunni, sportivi e spettatori. Sono le tre tipologie di utenti della nuova palestra comunale polivalente, che sorgerà sulla parte nord-est dell’area della scuola primaria Città di Asolo. Una delle opere pubbliche più attese del Comune di Asolo vedrà presto la luce: dopo la progettazione esecutiva eseguita la scorsa estate è attualmente in corso l’affidamento dei lavori all’impresa Costruzioni Dalla Libera Srl di Castelcucco. La costruzione della struttura (progettista e direttore dei lavori, ing. Francesco Rizzato; R.U.P. geom. Andrea Bedin) sarà completata in 12 mesi. 

Il futuro edificio si estenderà su 1700 m2 di superficie, di cui 1260 di superficie coperta. La palestra è stata certificata dal CONI come “impianto sportivo agonistico” per le Federazioni Sportive Nazionali e le discipline sportive associate. Ma sarà soprattutto una struttura polifunzionale: palestra scolastica, palestra sportiva e anche sede per ospitare manifestazioni, eventi e spettacoli a seguito delle autorizzazioni già ottenute allo scopo l’anno scorso dal parte delle autorità competenti: Genio Civile, Ulss, Vigili del Fuoco e Commissione Provinciale Pubblico Spettacolo. La capienza del nuovo impianto sarà di 300 spettatori in tribuna, più ulteriori 260 nel parterre in caso di eventi speciali. 

Il progetto prevede la costruzione di un edificio nZEB, vale a dire “a energia quasi zero”: le caratteristiche costruttive, tipologiche e impiantistiche - dall’isolamento termico agli infissi, dalle pompe di calore all’impianto fotovoltaico e all’illuminazione a led - sono finalizzate al massimo risparmio energetico e alla riduzione di emissioni di CO2. Sarà dunque una palestra polivalente con alte prestazioni energetiche a impatto zero, in linea con tutti gli interventi già svolti dall’Amministrazione comunale per l’abbattimento delle emissioni e per l’efficientamento energetico, nonché con la filosofia di rispetto per l’ambiente di Asolo Cittaslow. 
L’importo dei lavori ammonta a 2.318.000 euro su un importo complessivo dell’opera di 2.800.000 euro. L’intervento si avvale di un doppio finanziamento statale: un contributo di 1.300.000 euro del Ministero dell’Istruzione/Piano Palestre e un secondo contributo di 400.000 euro erogato sempre dal Ministero dell’Istruzione. I restanti 1.100.000 euro saranno coperti con risorse proprie comunali. 

“Il risultato progettuale - afferma il Sindaco Mauro Migliorini - è il frutto di un percorso partecipato con diversi tavoli di incontro avuti con le associazioni. Già nel nostro primo mandato, quando è partita l’idea di realizzare una palestra polivalente/palazzetto dello sport, si sono tenuti vari incontri con i portatori di interesse sportivi. Con loro sono state condivise molteplici scelte, anche costruttive e sono seguiti vari passaggi anche con la Commissione Lavori e con i competenti uffici comunali. E proprio grazie al lavoro svolto dagli uffici comunali abbiamo ottenuto i due contributi statali: abbiamo partecipato a questi due bandi e portato a casa queste risorse".

“Nel 2015 - aggiunge Migliorini - l’area dove sorge l’attuale scuola primaria Città di Asolo era quasi in completo stato di abbandono. Nel corso di questi anni l’Amministrazione ha investito prima nella costruzione del plesso scolastico unico, ora sul completamento con questa nuova importante opera pubblica". Un segno concreto di efficienza della macchina amministrativa del Comune di Asolo tradotto in diverse opere sul territorio realizzate dal 2015 ad oggi grazie a contributi pubblici ministeriali, europei e regionali che hanno permesso una copertura pari a circa il 65% degli investimenti totali. La realizzazione della nuova palestra si aggiunge, infatti, al completamento del plesso scolastico unico per quasi 5 milioni di euro e il miglioramento sismico e la riqualificazione energetica delle scuole medie per circa 750 mila euro.

“Voglio sottolineare - conclude il Sindaco - che le palestre hanno anche una valenza sociale, tant’è che nel Pnrr le palestre vengono identificate anche come mezzo utile per abbattere l’abbandono scolastico, per incentivare l’inclusione sociale e rinforzare le attitudini personali. Ci sono anche questi tra gli scopi della nuova struttura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad Asolo prende finalmente vita il progetto per la nuova palestra comunale

TrevisoToday è in caricamento