Distretto di Asolo, screening gratuito contro il glaucoma

Nell'ambito della settimana mondiale a Montebelluna l’11 ed a Castelfranco Veneto il 13 marzo

Un medico

Visite oculistiche gratis per la settimana del glaucoma che  si svolgerà dal 10 al 16 marzo grazie all'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (SOI) e la Società Italiana Glaucoma (SIGLA). Nel Distretto Asolo dell’Ulss 2 Marca trevigiana, dove l'iniziativa è condotta in collaborazione con l'Unione Ciechi di Treviso, i giorni scelti per lo screening gratuito sono mercoledì 11 marzo per l'ospedale San Valentino di Montebelluna e venerdì 13 marzo per il San Giacomo di Castelfranco Veneto.  A Montebelluna mercoledì prossimo  le visite sono previste dalle ore 14.00 alle ore 15.00. L'attività sarà svolta al piano terra corpo D.  I medici hanno dato per questo progetto disponibilità volontaria. I cittadini per poter accedere alla visita devono chiamare l'Unione Ciechi (tel. 0422/547766 ).

A Castelfranco Veneto, invece, lo screening gratuito è per  venerdì 13 marzo prossimo e sarà di tre ore, dalle ore 14.00 alle ore 17.00, presso l'ambulatorio di oculistica al primo piano del presidio. Vi si potrà accedere direttamente senza prenotazioni. «Sarà uno screening visivo con una strumentazione a soffio e quindi non invasivo – spiega il dr. Tarcisio Sibilla, responsabile della day surgery di oculistica di Castelfranco Veneto – Verrà valutata la pressione oculare e in caso di valori dubbi o alterati prenderemo in carico il paziente fissando immediatamente un appuntamento per indagare sulle cause. Quella del glaucoma è una patologia asintomatica e pertanto la prevenzione è fondamentale e questi screening sono davvero una grande opportunità per la propria salute oculare».   

Il glaucoma è una malattia degenerativa che, in base alle ultime stime dell’OMS, colpisce 55 milioni di persone nel mondo ed è la prima causa di cecità irreversibile. Si calcola che in Italia circa un milione di persone ne siano affette, ma una persona su due ancora non lo sa. Basta una visita completa per diagnosticare una malattia oculare che spesso non dà sintomi nelle fasi iniziali, ma può danneggiare irreparabilmente il campo visivo, facendolo restringere sino alla cecità. I pazienti seguiti nel Distretto Asolo dell'Ulss 2 Marca trevigiana per questa patologia sono circa 1650 all'anno tra il presidio ospedaliero di  Montebelluna e quello di Castelfranco Veneto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento