Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità Montebelluna

“Assaggi di Sport”: a Montebelluna il primo progetto di educazione sportiva per giovani

Il Comune: “Il percorso coinvolgerà le classi 3^, 4^ e 5^ elementare. Così facciamo squadra nell’educazione sportiva, palestra di vita e di socializzazione”

Le ore di educazione fisica saranno implementate e permetteranno ai bambini di sperimentare anche discipline diverse come atletica, nuoto, scherma, rugby, pallacanestro e pallavolo. Il tutto senza costi a carico della scuola e delle famiglie. Partirà a settembre nelle classi 3^ ,4^ e 5^ elementare per l’anno scolastico 2021/2022 il nuovo progetto di educazione sportiva “Assaggi di Sport” messo a punto dall’associazione polisportiva dilettantistica 6’S Team (associazione che comprende le 6 società sportive di Montebelluna: atletica leggera, pallacanestro, pallavolo, nuoto, rugby, scherma) e fortemente sostenuto dal Comune. “Un percorso che permetterà ai bambini di sperimentare diverse discipline sportive, nato dalla sinergia tra il 6’S Team, l’assessorato all’istruzione, l’assessorato allo sport e i due istituti comprensivi della città”, comunicano gli assessori Borgia e Gobbo.

Il progetto, il cui costo complessivo è pari a 12mila euro, oltre al patrocinio del Comune, prende il via grazie ad un contributo comunale di 6mila euro derivante, dopo l’ultima variazione di bilancio, dai capitoli dell’assessorato all’istruzione. Il restante importo sarà sostenuto dalle società sportiva aderenti. In particolare, l’associazione 6’S Team, individuata dal Comune come partner per la progettazione, organizzazione e coordinamento di interventi di promozione sportiva rivolti alle scuole, ha messo a punto un programma che prevede interventi in affiancamento ai docenti in orario curriculare da parte di esperti delle diverse discipline. Lo staff tecnico del 6’s team è composto dal prof. Valter Durigon (direttore tecnico), dal prof. Carlo Carra (direttore sportivo) e da docenti, istruttori e dirigenti delle 6 associazioni.

“Gli istruttori sportivi di 6’S Team applicheranno una metodologia didattica ludica ed inclusiva, rendendo più articolata e varia la proposta di educazione fisica, dando la possibilità ad ogni alunno di sviluppare abilità motorie nella pratica che scoprirà più adatta alle proprie caratteristiche e che lo appassionerà di più buttandosi poi a capofitto in quel determinato sport”, continuano Borgia e Gobbo. “Sostenere, promuovere insieme la pratica delle diverse discipline sportive è un dovere per chi amministra il territorio, non solo per diffondere uno stile di vita sano, ma anche perché lo sport ha un grande valore sociale e ai nostri giovani la socializzazione è stata preclusa fin troppo in quest’ultimo periodo".

Il ringraziamento da parte dell’Amministrazione va all’associazione 6’S Team per il progetto presentato, “che non potevamo non accogliere”. Il valore aggiunto di questo progetto, chiudono Borgia e Gobbo, “consiste nella straordinaria capacità di promuovere le peculiarità delle diverse discipline sportive attraverso un progetto comune univoco senza doppioni, ma con una finalità chiara e condivisa da tutte le società sportive che da quest’anno scolastico sostituirà i singoli corsi realizzati nelle scuole da qualche realtà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Assaggi di Sport”: a Montebelluna il primo progetto di educazione sportiva per giovani

TrevisoToday è in caricamento