Assalti ai bancomat, la banda dei giostrai fa scena muta davanti al giudice

Janco Major, Naika Gabrieli, Laki Grisetti, Liliano Ferri e Guido Dejan Negro, 25enne hanno scelto il silenzio durante l'interrogatorio svoltosi per rogatoria

Uno dei campi in cui vivevano gli arrestati

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i cinque della banda che ha messo a ferro e fuoco 6 bancomat fra Liguria e Toscana, a Empoli, Pistoia, La Spezia e Massa Carrara. Colpi che sarebbero stati messi a segno tra il 22 e il 29 febbraio scorsi. Janco Major, 46enne di Porcellengo di Paese, Naika Gabrieli, 40 anni, di Istrana, Laki Grisetti, 36enne di Castelfranco, Liliano Ferri, 48enne di Altopascio (Lucca) e Guido Dejan Negro, 25enne di Viareggio, difesi dall'avvocato Fabio Crea, hanno scelto il silenzio davanti al gip Piera De Stefani per l'interrogatorio di garanzia svoltosi per rogatoria. Tutti sono accusati di furto aggravato continuato, detenzione e porto abusivo di armi ed esplosivo, riciclaggio e favoreggiamento personale. Ora si attende che il fascicolo passi alla Procura di Firenze, competente per territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimenti cautelari, disposti dalla  Procura della Repubblica di Padova, sono stati emessi in relazione a tre assalti avvenuti la notte del 29 febbraio scorso a Empoli, San Miniato (Pistoia) e Amaglia (La Spezia). La banda è però sospettata anche di altri 3 colpi, registrati il 22 febbraio, a Pontasserchio (Pistoia), Fosdinovo e Monsignoso (Massa Carrara).  Oltre all’utilizzo di esplosivo, la Procura contesta ai cinque il possesso di una pistola semiautomatica, una Beretta calibro 9 che il commando aveva al seguito durante gli assalti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento