rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità San Zeno / Via Enrico Dandolo

Assalto alla Cgil di Roma, solidarietà della Cisl a Treviso e a Belluno

Le sedi del sindacato stamattina hanno aperto per un segno di vicinanza dopo le violenze della manifestazione dei No Green Pass nella capitale

Solidarietà della Cisl Belluno Treviso alla Cgil, presa di mira sabato durante la manifestazione dei No Green Pass nella capitale. La Cisl territoriale ha manifestato la propria vicinanza al sindacato guidato da Landini recandosi questa mattina, domenica, nelle sedi di Treviso e Belluno, aperte, come in tutta Italia, proprio in riposta all’attacco subìto. Il segretario generale Massimiliano Paglini e la segretaria Teresa Merotto sono andati nella sede di via Dandolo a Treviso, mentre il segretario Nicola Brancher ha portato la propria solidarietà, a nome di tutta la Cisl, al segretario Cgil di Belluno Mauro De Carli. “Tutta la nostra solidarietà e vicinanza - dichiarano i segretari Cisl attraverso i canali social - agli amici della Cgil di Treviso e Belluno, che oggi hanno aperto le sedi per dire no al fascismo e alla violenza che li ha colpiti sabato a Roma. Noi siamo con loro, assieme per tenere alti i valori della democrazia e della libertà. I responsabili delle violenze dovranno essere assicurati alla giustizia, così come chi si rende responsabile di apologia del fascismo, che è ancora oggi un reato e deve essere perseguito in ogni sede e in ogni luogo”.

Fatti che il segretario della Camera del Lavoro di Treviso Mauro Visentin condanna e definisce “atti eversivi di matrice neo fascista pericolosi e che danneggiano l’unità del lavoro e dei lavoratori”. Non si è fatta attendere la risposta della maggiore Camera del Lavoro della CGIL del Veneto che già nella serata di ieri aveva annunciato che tutte le sedi della provincia sarebbero rimaste aperte “a presidio della democrazia e in segno di connessione con il territorio della Marca”. “Apertura, democrazia e civiltà – sottolinea il leader del quadrato rosso trevigiano – contro intolleranza, fascismo e violenza. Non abbiamo nessun timore, il nostro agire è sempre e da sempre quello in difesa dei valori costituzionali di libertà e del lavoro, anche nella difficile fase di emergenza sanitaria che stiamo vivendo ormai da tempo”.

Tantissime le attestazioni di solidarietà pervenute in queste ore alla CGIL di Treviso, dalle altre Organizzazioni Sindacali Confederali di CISL e UIL, da Assindustria Venetocentro, dagli esponenti dei partiti e dei movimenti politici del centro sinistra trevigiano, dall’ANPI, da diversi Sindaci del territorio della Marca. Tra questi anche i Verdi Treviso: "Europa Verde – Verdi della Marca Trevigiana esprime profonda solidarietà alla CGIL di Treviso per quanto è avvenuto ieri a Roma. Gli scontri di piazza che vedono protagoniste organizzazioni neofasciste e che hanno portato all'assalto della sede storica della CGIL sono una vergogna. Europa Verde esprime profonda solidarietà, oltre che alla CGIL, alle forze dell'ordine e sollecita al governo un provvedimento di scioglimento delle organizzazioni neofasciste che usano la piazza per organizzare la violenza. I violenti vanno individuati e valutati dalla giustizia rapidamente: l’irresponsabilità di chi usa la pandemia da Covid per organizzare la violenza va respinta con fermezza. Come Federazione Provinciale siamo stati presenti al presidio democratico presso la CGIL di Treviso e siamo pronti a sostenere prossime iniziative a sostegno dell’agibilità democratica per il nostro Paese" affermano i co-portavoce del partito Daniele Tiozzi ed Elisa Casonato.

Così, poi, il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon: "Intendo esprimere la mia solidarietà e quella di tutto il Consiglio Provinciale alla Cgil trevigiana per quanto accaduto a Roma. Manifestare è lecito ma non si deve mai oltrepassare il confine. Serve condannare pesantemente in modo unanime chi lede i principi della democrazia andando a devastare città e attaccare istituzioni e organi rappresentativi. In Provincia abbiamo un rapporto costante col sindacato e per questo voglio esprimere la mia piena solidarietà".

De Carli-Brancher-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto alla Cgil di Roma, solidarietà della Cisl a Treviso e a Belluno

TrevisoToday è in caricamento