Attualità

Alloggi popolari all'asta: l'Ater di Treviso avvia le visite per tutti gli interessati

Il presidente Barattin: «Occasione per coppie giovani e famiglie, il ricavato verrà utilizzato per ristrutturare il patrimonio immobiliare pubblico»

E’ stato pubblicato il bando con il quale l’ATER Treviso mette all’asta ventiquattro alloggi di edilizia residenziale pubblica che verranno aggiudicati esclusivamente a coloro che intendono acquistare una prima casa. Si tratta di appartamenti e villette a schiera sparsi tra Treviso, Castelfranco Veneto, Mogliano Veneto, Spresiano, Caerano San Marco, Pieve di Soligo, Vittorio Veneto, Carbonera, Silea e Susegana, con una base d’asta che varia dai 29mila ai 78mila euro.

Possono partecipare all’asta unicamente le persone fisiche che non abbiano ancora una dimora di proprietà; escluse dunque le cooperative, gli enti, ditte private e persone fisiche già in possesso di una casa: lo stabilisce il provvedimento del Consiglio Regionale del Veneto n. 428/DGR del 9 aprile 2019 con il quale è stato autorizzato l’ATER di Treviso all’alienazione degli alloggi. Il calendario delle visite, organizzate in sicurezza osservando le normative relative al contenimento della pandemia da Covid-19, prevede che gli immobili possano essere visionati a partire dal 13 aprile e fino al 3 maggio. La presentazione delle offerte si concluderà il 7 maggio e le aste si terranno nel periodo 11-18 maggio.

Cattura-15-134

I ventiquattro alloggi si trovano prevalentemente all’interno di condomini costruiti nella maggioranza dei casi negli anni ’80, con metrature piuttosto ampie (oltre i 70 metri quadri) e tre affacci, anche se non mancano appartamenti meno spaziosi per single o coppie. Gli appartamenti si trovano spesso in zone prossime al centro cittadino oppure in quartieri residenziali facilmente raggiungibili e forniti dei servizi essenziali. «Con soddisfazione - commenta il Presidente dell’ATER di Treviso, Luca Barattin - il piano vendite approvato nell’anno  2019 ci consentirà di alienare appartamenti di varie metrature e per diverse tipologie di famiglia».

«L’intento - prosegue Barattin - non è quello di fare cassa, bensì di rispondere alla richiesta abitativa e reperire le risorse economiche per recuperare e svolgere la manutenzione straordinaria anche per quella parte di patrimonio immobiliare che necessita di importanti interventi e che non gode di finanziamenti». L’Ater Treviso assicura che gli alloggi sono immediatamente disponibili e liberi da ipoteche, gli aggiudicatari dovranno aggiungere al prezzo l’Iva, le spese del rogito e le tassazioni inerenti alla compravendita. Il bando, il calendario delle visite degli alloggi e le informazioni necessarie alla partecipazione all’asta sono disponibili sul sito dell’Ater Treviso ed è accompagnato dalle schede dei singoli alloggi che comprendono descrizione, foto e base d’asta.

Attualmente l’Ater Treviso è proprietaria di 4456 alloggi dei quali 4119 di edilizia sovvenzionata, con canoni calcolati in base alla legge regionale n.39/2017. I restanti alloggi sono ripartiti tra edilizia convenzionata e agevolata con canoni calcolati secondo la legge 431/1998. Gli alloggi in gestione (tra proprietà, Comuni, Regione e Demanio) sono 1106. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi popolari all'asta: l'Ater di Treviso avvia le visite per tutti gli interessati

TrevisoToday è in caricamento