Attacco informatico alla Geox: posta elettronica in tilt

Hacker hanno colpito i sistemi di comunicazione della nota azienda con sede a Montebelluna. Chiesto un riscatto in soldi. I dati sensibili sarebbero stati salvati

Geox di Montebelluna sotto attacco informatico: lunedì 15 giugno i sistemi di comunicazione dell'azienda sono andati ko. Caselle e indirizzi di posta elettronica inutilizzabili per le decine di lavoratori dell'azienda.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", le aree informatiche e i server con i dati sensibili non sarebbero stati intaccati. Gli hacker avrebbero chiesto però un riscatto economico all'azienda per far tornare operativi i sistemi di comunicazione. La Polizia postale e i tecnici informatici dell'azienda sono al lavoro per provare a risolvere il problema e individuare i responsabili dell'attacco informatico. Nel frattempo, in azienda i dipendenti hanno cercato di aggirare il problema continuando a lavorare utilizzando gli indirizzi di posta personali, laddove possibile, per non accumulare arretrati. I disagi subiti dall'azienda sono stati ingenti ma Geox è riuscita a tenere aperta la rete dei negozi e del sito per l'e-commerce. L'episodio è stato subito denunciato alle forze dell'ordine. La task force di tecnici e Polizia postale continuerà in questi giorni il lavoro per ripristinare il sistema informatico danneggiato dagli hacker nel più breve tempo possibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento