Baby-vandali in centro: intasano gli scarichi e allagano i bagni di bar e locali

Un gruppo di adolescenti incappucciati ha messo nel mirino gli esercizi pubblici di Montebelluna allagandone i bagni. Titolari sul piede di guerra, servono più controlli

Foto generica di un bagno allagato

Hanno tra i 14 e 15 anni, girano incappucciati con un foulard sulla bocca che lascia intravedere solo gli occhi e il naso. Entrano nei bar e nei locali del centro e, senza dire una parola, si dirigono subito verso i bagni dove riempiono i water di carta igienica e poi tirano l'acqua, allagandoli completamente e rendendoli inagibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' questo l'identikit di un gruppo di giovani vandali che, da alcune settimane, sta creando non pochi disagi ai titolari degli esercizi pubblici di Montebelluna. L'ultimo episodio in ordine di tempo, come riportato da "La Tribuna di Treviso", è avvenuto domenica scorsa, verso sera, in un bar di piazza Negrelli. Quattro ragazzini sono arrivati davanti al locale: due sono rimasti fuori e due sono entrati. Incappucciati e senza dire una parola si sono subito diretti verso i bagni posizionati nel seminterrato. Lì sono rimasti chiusi dentro diversi minuti per poi uscire ed andarsene in tutta fretta senza aver consumato. Insospettito, il titolare del bar è sceso per vedere cos'avevano combinato e si è ritrovato davanti il caos totale. I due giovani avevano intasato i water con i rotoli di carta e avevano tirato l'acqua allagando l'intero seminterrato. Come se non bastasse, nel bagno si poteva avvertire anche un forte odore di cannabis, segno che i due giovani avevano fumato durante la loro spaccata. Impossibile riconoscerli: i due avevano il volto coperto. Il colpo di domenica scorsa non sarebbe stato il primo per il bar di piazza Negrelli. Alcune settimane fa gli stessi ragazzini avevano sparso per terra tutti i tovagliolini di carta dopo aver aperto le confezioni custodite nel locale adiacente al bagno del bar. Domenica la baby-gang è tornata a colpire e questa volta i danni sono stati molto più ingenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si allontana da casa, trovata morta in un canale

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Bimba di due anni uccisa da un tumore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento