menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto tratta da Google Immagini

Foto tratta da Google Immagini

Raduno degli Aplini: riapre i battenti la storica chiesetta di San Giuseppe

E' tornata agibile grazie all'importante contributo di Banca Prealpi che ha in parte finanziato la messa in sicurezza dell'edificio, reso inagibile dal crollo di una parte del soffitto

VITTORIO VENETO Banca Prealpi interviene per la salvaguardia del patrimonio storico, artistico e culturale della provincia di Treviso. La banca con sede a Tarzo ha deciso di contribuire in maniera determinante per rendere nuovamente agibile la chiesetta di San Giuseppe di Serravalle a Vittorio Veneto, in occasione del Raduno Triveneto degli Alpini del 15, 16, 17 giugno, la Chiesetta di San Giuseppe di Serravalle, di Vittorio Veneto.

Dal 2011 l'edificio è stato adibito a sacrario della bandiere. La chiesa, concessa in comodato d’uso dalla Parrocchia della Natività della Beata Vergine Maria di Serravalle alla Consulta delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma di Vittorio, nel novembre scorso aveva subito il crollo di parte del soffitto, rendendo necessario un primo intervento di messa in sicurezza di 11 mila euro, somma di cui si è fatta carico la Consulta. Le associazioni hanno poi bussato alla porta di Banca Prealpi che, in maniera tempestiva, ha deliberato la metà circa dell’importo necessario ai lavori di messa in sicurezza. Peraltro già in passato l’istituto era intervenuto per sostenere il restauro del Sacrario, stanziando contributi che a oggi complessivamente ammontano a 15 mila euro.

Grazie agli interventi degli ultimi mesi, il Sacrario delle Bandiere, uno dei luoghi più significativi della città, dove sono conservate le gloriose e storiche insegne delle Associazioni, in particolare dei Cavalieri di Vittorio Veneto, è tornato agibile. Le migliaia di visitatori che si recheranno a Vittorio Veneto, città decorata di Medaglia d’Oro al Valor Militare, in occasione del Raduno Triveneto degli Alpini di questo weekend potranno così ammirare gli storici vessilli, a memoria e commemorazione degli eventi e dei caduti della Grande Guerra, proprio nell’anno del Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento