menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cison di Valmarino riconosciuto dal Touring Club come borgo italiano d'eccellenza

Il Touring Club Italiano ha assegnato nelle scorse ore la Bandiera arancione al Comune trevigiano. Salgono così a 9 le Bandiere in Veneto, 3 di queste sono in provincia di Treviso

La Bandiera arancione, il prestigioso riconoscimento del Touring Club Italiano per i piccoli borghi italiani eccellenti, è stato assegnato oggi, martedì 5 febbraio, a Cison di Valmarino che diventa così la terza località certificata nella provincia di Treviso e porta a 9 il numero di Comuni “arancioni” in Veneto. In tutta Italia, sono 236 le località certificate.

Ai piedi delle Prealpi trevigiane, Cison di Valmarino è un paese ricco di bellezze storiche ed artistiche che si uniscono a una natura incontaminata da vivere con sentieri, percorsi di nordic walking e itinerari ciclabili e a cavallo. Da non perdere, su uno sperone che domina il paese, Castelbrando che racchiude tra le sue mura 2000 anni di storia. In parte hotel e centro congressi, si può comunque visitare attraverso due percorsi di visita a scelta con accompagnatore e offre diversi spazi museali. Nel caratteristico centro storico, in piazza Roma spiccano la Parrocchiale tardobarocca, il teatro La Loggia, il particolare Museo della radio d’epoca e il palazzo municipale. Per chi ama passeggiare nella natura, la Via dei Mulini sale dal centro storico costeggiando il torrente Rujo fino alla Valle di San Daniele e il Bosco delle Penne Mozze, che ricorda i caduti Alpini nati nella provincia di Treviso. Interessanti e suggestive sono la Strada dei 100 giorni, che con un tracciato magnifico per panorama e tecnica porta fino al passo di San Boldo, e la frazione di Rolle circondata da vitigni. La zona è quella del vino prosecco superiore Conegliano Valdobbiadene Docg, da degustare e acquistare nelle varie cantine del territorio. Molto ricco e variegato il calendario di manifestazioni nel borgo, tra le quali segnaliamo Assaporando Cismon, Il Bosco incantato sulle vie dell’acqua, Artigianato vivo e Stelle di Natale. Cison di Valmarino è stata premiata con la Bandiera arancione per i suoi monumenti di valore, vari, fruibili e ben conservati e per il centro storico caratteristico. I numerosi eventi e le strutture presenti (ristoranti, agriturismi, cantine ...) rendono vivace la località, che promuove in maniera efficace le risorse naturalistiche presenti sul territorio. Efficiente è anche la segnaletica di indicazione che permette di raggiungere con facilità le strutture ricettive, ristorative e i produttori.

Cos’è la Bandiera arancione

Tra le tante attività a favore del patrimonio culturale e storico italiano, il Touring Club Italiano dal 1998 seleziona, certifica e promuove con la Bandiera arancione i borghi (con meno di 15.000 abitanti) eccellenti dell’entroterra. L’iniziativa si sviluppa in completa coerenza con la natura e la storia del Touring, in linea con tutte le sue iniziative volte a promuovere uno sviluppo turistico sostenibile, dove la tutela del territorio e del patrimonio è connessa all’autenticità dell’esperienza di viaggio. La Bandiera arancione, marchio di qualità turistico-ambientale, è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento