Troppi conigli lungo le mura, il Comune: «Un centinaio andranno in adozione»

L'assessore Manera: «I danni provocati alla Penisola del Paradiso sono importanti. Pubblicheremo quindi un bando per cercare associazioni che se ne prendano cura»

Alcuni conigli lungo le mura cittadine

Una Penisola del Paradiso gremita di conigli. E' questo lo spettacolo che oggi si può ammirare lungo le mura cittadine, oramai conosciute in tutto il Veneto per ospitare centinaia e centinaia di coniglietti lungo l'area verde esterno mura tra Porta San Tomaso e Varco Filippini. Talmente tanti però che, come già accaduto nel 2015, il Comune di Treviso ha deciso di aprire un bando "flash" per cercare associazioni animaliste che possano quanto prima prendere in adozione questi dolci animaletti.

«Non abbiamo nulla in contrario contro i conigli - racconta ai nostri microfoni l'assessore comunale Alessandro Manera - ma purtroppo oggi soo davvero troppi. Inoltre, l'aspetto che più ci preoccupa è proprio la stabilità della Penisola, questo perché i conigli scavano continuamente le loro tane nell'area verde e ciò comporta gravi oneri per le casse comunali per la sistemazione delle rive lungo il Botteniga, altrimenti messe duramente a rischio crollo». L'obiettivo dell'Amministrazione comunale, dunque, è quello di cercare casa per almeno un terzo dei quasi 300 "pelosetti" oggi presenti in zona. 

«Negli ultimi anni, purtroppo, la colonia della Penisola è davvero aumentata a dismisura, anche a causa di numerosi abbandoni spontanei di persone irrispettose che, dopo aver magari acquistato un coniglio in un negozio specializzato, decide di sbarazzarsene per i motivi più vari. Con questo bando, quindi, cercheremo di diminuirne la popolazione grazie all'aiuto delle associazioni animaliste del territorio. Molti esemplari verranno sterilizzati, mentre tanti altri saranno dati dati in adozione a famiglie, scuole o fattorie didattiche che ne facciano richiesta» conclude Manera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento