menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Giulio Guarini

Foto di Giulio Guarini

Bidoncini abbandonati lungo il fossato: contengono sostanze chimiche

Ventuno fusti etichettati come contenitori di sostanze nocive sono stati prima trovati in un fossato di Montebelluna e poi lasciati lungo la strada dal consorzio di bonifica Piave

Da quasi due settimane ventuno bidoncini etichettati come contenitori di pericolose sostanze chimiche sono stati abbandonati lungo un fossato adiacente alla stradina che porta all'impianto della Beton a Guarda, nel comune di Montebelluna.

Dopo la segnalzione di alcuni cittadini che avevano notato i fusti abbandonati nelle acque del fossato, il consorzio di bonifica Piave era intervenuto togliendo i fusti dal fosso ma lasciandoli abbandonati lungo il ciglio della strada. Da quel momento nessuno è più passato a raccoglierli. Il compito spetterebbe a Contarina dal momento che i bidoncini sono classificabili come rifiuti speciali nocivi e richiedono un trattamento adeguato per il loro smaltimento. I ventuno contenitori sono ancora sigillati e pieni delle loro sostanze chimiche. I residenti, preoccupati, hanno più volte segnalato la questione in Rete e l'amministrazione di Montebelluna ha garantito che nelle prossime ore gli operatori di Contarina dovrebbero provvedere allo smaltimento dei fusti abbandonati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Attualità

Veneto in zona arancione: cosa si può fare da martedì 6 aprile

Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento