menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treviso, arriva l'hub dedicato allo sport e al benessere a pochi passi dal centro

L'assessore Federico Caner ha presentato nelle scorse ore il progetto "Bike me hub" in arrivo negli spazi fronte strada dell’ex Ceramica Pagnossin. Un grande passo per lo sport trevigiano

Alla presenza di oltre 500 ospiti, l’assessore alla programmazione, fondi Ue, turismo, commercio estero della Regione del Veneto Federico Caner ha annunciato il prossimo step con l’apertura del “Bike me hub“ che si creerà negli spazi fronte strada dell’ex Ceramica Pagnossin. 

A  pochi passi dal centro storico di Treviso, punto di incontro di diverse vie stradali, aeree e ciclistiche (l’area è infatti prospiciente la Treviso - Ostiglia) sono già iniziati i lavori che vedranno la trasformazione di una zona dell’ex polo industriale in un regno di sport & benessere: nel bike hub sarà infatti possibile trovare un polo dedicato ai servizi per il cicloturismo di qualità, un bistrot salutista e un punto running. Il tutto, come porta di accesso di un’area di 100mila metri quadrati. Saranno comunque molteplici i temi sui quali si svilupperanno i progetti di rigenerazione degli spazi: prima di tutto l’arte come strumento di arricchimento di tutta l’area, per renderla nel tempo attrattiva turisticamente. Sarà infatti uno spazio a disposizione della città e delle imprese in grado di ospitare esposizioni artistiche, concerti, musica ed eventi in spazi di particolare suggestione e con ampie aree di parcheggio o pedonali. Dopo il successo dell’evento “Residenze Artistiche Opendream” che ha visto protagoniste le opere dei tre artisti Martina OAZ, Ivano Troisi e Federica Di Carlo, oltre all’opera “Links” dell’ artista Leone d’Oro alla Biennale Fabrice Hyber, Opendream dà continuità  al processo di rigenerazione che vedrà divenire gli spazi dell’ex polo industriale di Via Noalese 94 un luogo dedicato alle eccellenze nei settori food & beverage, del fashion e design, dell'alto artigianato, dello sport, degli eventi e delle attività ricettive. Oltre ad arte e musica anche sport e benessere, artigianato, food&beverage. Proprio su questo ultimo punto, dopo il successo di Gourmandia, sono giunte le richieste delle imprese di trovare spazio permanente in quello che è il progetto di un mercato coperto di eccellenze nel settore, affiancadolo all'idea di uno spazio “citè du vin”. I molteplici eventi che si stanno susseguendo in questi due anni ne sono un esempio: gli spazi Opendream hanno tutto il potenziale per diventare il polo di riferimento fruibile dalla città di Treviso. A lavori iniziati, non resta che attendere l’inaugurazione ufficiale del primo, importante, passo legato al mondo dello sport e, in particolare del cicloturismo, progetto portato avanti con la Rete Cycling in the Venice Garden. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento