Sicurezza: a Mogliano Veneto investiti 460 mila euro in cinque anni

Il sindaco uscente, Carola Arena, tira le somme di cinque anni di mandato sottolineando l'importanza data dall'amministrazione comunale alla sicurezza insieme alle forze dell'ordine

Venerdì 8 febbraio, il sindaco Carola Arena parteciperà all’assemblea, promossa in collaborazione con l’associazione di quartiere Ovest Ghetto, sul tema della sicurezza. Sarà presente  il Maggiore  Stefano Mazzanti del Comando provinciale dei carabinieri.

Di seguito alcuni dati significativi illustrati dal sindaco. In questi anni, da maggio 2014 al 2018 l’amministrazione Arena ha già investito 155 mila euro nella videosorveglianza a cui vanno aggiunti 286 mila euro già previsti per il 2019. Vanno sommati, poi, ulteriori 19 mila 400 euro per i progetti serali specifici di controllo e prevenzione del territorio svolti dalla Polizia locale. Pertanto, per la sicurezza a Mogliano, da maggio 2014 a fine mandato, l’amministrazione Arena ha investito in totale 460 mila euro. E’ una cifra significativa che dimostra l’attenzione e l’impegno concreti nel potenziare il controllo del territorio. Che la cifra sia importante lo dicono i dati. Basta fare un confronto con quanto è stato speso dalla precedente amministrazione pari a 118 mila euro (periodo 2009/2014).

Il sindaco Arena dichiara: «Per questa amministrazione, la sicurezza è sempre stato uno dei temi prioritari su cui lavorare. La sicurezza è un tema centrale che coinvolge tutti in egual misura perché interessa la qualità della vita e non può e non deve avere colore politico. Quando si parla di sicurezza non si può prescindere dal ricordare anche gli interventi che riguardano un’adeguata rete di illuminazione pubblica e il grande tema della riqualificazione urbana. Gli studi a nostra disposizione rilevano come le aree degradate siano sempre luoghi a rischio. Pertanto, in questi anni, abbiamo anche fatto un importante investimento economico e di energie per riqualificare aree da troppo tempo in stato di abbandono e degrado con l’obiettivo di portare decoro e sicurezza. A breve inizierà l’intervento, con un investimento di 3 milioni di euro, di riqualificazione e ammodernamento della rete di illuminazione  esistente e per la sua implementazione nelle aree del territorio, oggi prive di illuminazione, sia in centro che nelle periferie. Il controllo del territorio attraverso la presenza costante dei Carabinieri e della Polizia locale, coadiuvato da una rete efficace e capillare di videosorveglianza, l’adeguata illuminazione pubblica e il decoro portano sicurezza. Intendiamo con forza continuare ad investire su questo tema perché è importante sentirsi sicuri e tutelare soprattutto  le fasce più deboli, bambini e anziani. Ringrazio in proposito i carabinieri per gli sforzi profusi sul nostro territorio e i nostri uomini della polizia locale per l’ampia collaborazione attuata con le forze dell’ordine».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

  • Il sorriso di Claudia si spegne a soli 56 anni: fatali una malattia e il Covid

Torna su
TrevisoToday è in caricamento