Chiedono al Comune 50mila euro di bollette non pagate: il caso finisce in tribunale

Montebelluna: una società collegata all'azienda da cui il Comune si riforniva per la corrente elettrica, sostiene di non essere stata pagata. Il 17 dicembre la prima udienza

Il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero (Foto d'archivio)

Per anni il Comune di Montebelluna ha avuto come fornitore di energia elettrica una società esterna con cui l'amministrazione aveva deciso di chiudere i rapporti. L'azienda ha poi ceduto il credito che, in teoria, vanta nei confronti di un’altra società la quale ora rivendica 50mila euro di fatture non pagate da parte de Comune di Montebelluna, oltre agli interessi maturati dal 20 luglio scorso. Dalle verifiche eseguite dagli uffici comunali del Comune non risultano però insoluti, per questa ragione l’ente ha deciso di resistere affidandosi ad un avvocato per la difesa del caso. L’udienza in tribunale di Treviso è fissata per il prossimo 17 dicembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento