rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità Farra di Soligo / Via Erminia Fontana Cardani, 1/A

Assistenza domiciliare, accordo fino al 2027 tra Comune e Bon Bozzolla

Nel triennio 2020-22 erogate oltre 7mila ore di servizio per anziani e famiglie del territorio

A dicembre 2022 l’Istituto Bon Bozzolla di Farra di Soligo ha sottoscritto con il Comune un nuovo accordo di collaborazione tra Enti per l’erogazione per altri 5 anni dei servizi di assistenza domiciliare agli anziani e alle famiglie della comunità. Fino al termine del 2027 l’Ente di via Cardani si occuperà della consegna dei pasti caldi, del trasporto sociale e del sostegno alla persona con bisogno assistenziale nel proprio contesto di vita; forte della presenza registrata sul territorio nel triennio precedente: 7.010 ore di servizio prestate, 19.368 pasti consegnati e 600 trasporti sociali.

Il Servizio di assistenza domiciliare è rivolto ai cittadini anziani e ai nuclei familiari del Comune di Farra di Soligo che si trovano in una particolare situazione di bisogno - anche temporaneo - con limitazioni dell’autonomia dovute a cause di ordine fisico, psichico e sociale. Cura, igiene personale, pulizia ordinaria e governo della casa, segretariato sociale, ma anche la verifica della corretta assunzione della terapia farmacologica, la misurazione dei parametri vitali e l’effettuazione di medicazioni - senza contare i servizi di cui gli assistiti domiciliati possono usufruire direttamente al Bon Bozzolla, come il bagno assistito e il servizio di logopedia - sono alcune delle attività erogate, per un totale di 7.010 ore nel solo biennio 2020-22, dato in aumento costante nel corso degli anni (+6% nel 2022 rispetto al 2019). Le attività svolte mirano al sostegno della persona nel proprio contesto di vita e sono affidate agli OSS e agli infermieri sulla base di un piano di assistenza personalizzato stilato dall’Ente con il Comune. In aumento anche il numero dei pasti caldi consegnati a domicilio, dai 6.390 pre Covid (2019) ai 6.657 del 2022, completi di primo, secondo, contorno, pane e frutta confezionati nelle cucine del Bon Bozzolla. Tornano ad aumentare anche il numero dei trasporti sociali effettuati, essenzialmente per visite mediche e sedute riabilitative e di cura, il disbrigo di pratiche amministrative, della spesa e di commissioni varie: nel 2022 il dato si attesta sui 222 “viaggi”, in cauta rimonta rispetto ai numeri pre pandemia.

Istituto Bon Bozzolla (1)

I commenti

«Sono molto soddisfatta - afferma la presidente del CdA dell’Istituto Bon Bozzolla, Isabella Paladin -. La sottoscrizione di questo accordo dimostra come la leale e proficua collaborazione tra Enti e l’unione delle rispettive risorse e competenze permetta di perseguire in maniera più efficiente ed efficace obiettivi di interesse comune, portando a un miglioramento dei servizi che vengono forniti ai cittadini e soprattutto agli anziani e alle persone fragili».

Il sindaco Mattia Perencin conclude: «Prosegue fattivamente la cooperazione con l’Istituto Bon Bozzolla per lo svolgimento in comune di attività di assistenza domiciliare sempre più richieste e di primaria importanza per dare risposte efficaci ai bisogni sempre più crescenti della nostra comunità. Mi unisco alla presidente, che ringrazio per la disponibilità, nel ringraziare tutti gli operatori che quotidianamente si impegnano per garantire un servizio efficiente all’utenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistenza domiciliare, accordo fino al 2027 tra Comune e Bon Bozzolla

TrevisoToday è in caricamento