Bon Bozzolla: nessun positivo al Covid tra ospiti e dipendenti dopo i tamponi

Questo l’esito dei 238 effettuati dall’Ulss 2 Marca Trevigiana. Nel frattempo sono ripresi i lavori di ampliamento e adeguamento della struttura

Nessun ospite e nessun dipendente positivo al Covid al Centro di Servizi Bon Bozzolla di Farra di Soligo. Questo l’esito di 238 tamponi (128 ospiti e 110 tra dipendenti e collaboratori) effettuati dall’Ulss 2 Marca Trevigiana. Già ad aprile, al primo controllo col test sierologico e 7 tamponi per i positivi al test rapido, lo screening si era concluso con zero positivi. Questa volta, con l’analisi dei tamponi per tutti gli ospiti e i dipendenti della struttura solighese, è arrivata nuovamente la conferma definitiva che non ci sono casi di positività. Grande sollievo dunque per la notizia arrivata ufficialmente nelle giornata di venerdì.

«Dopo il primo col test rapido, la task force dell’Ulss 2 ha eseguito un nuovo screening, questa volta effettuando tamponi a tutti i 128 ospiti e ai 110 lavoratori che operano nella struttura del solighese. Ebbene, i risultati hanno certificato che al Bon Bozzolla non ci sono casi positivi. Questo è sicuramente un grande motivo di sollievo per tutti noi, per i familiari e la comunità - spiegano il presidente, Giuseppe Bubola, e il direttore del Bon Bozzolla, Eddi Frezza - la lotta al Coronavirus non è facile per i Centri di Servizio come il nostro, ma da subito ci siamo attivati con le necessarie misure restrittive e preventive per la sicurezza e la tutela degli ospiti e del personale, garantendo i necessari dispositivi di protezione individuale, attuando i protocolli previsti e riorganizzando l’attività socio assistenziale e sanitaria dando il massimo dell’impegno».

«Oggi siamo felici di poter dire che nessuno dei nostri ospiti è positivo al Covid-19 ed è un grande risultato non tanto per noi, ma per tutta la comunità - ha sottolineato Giuseppe Bubola - Ma se l'emergenza dovesse presentarsi, siamo pronti a fare del nostro meglio per affrontarla. Ringraziamo tutti coloro che si sono adoperati per garantire la sicurezza e tutti quanti ancora continuano a supportare la struttura con dispositivi e strumentazioni per il contatto tra ospiti e familiari. A questi ultimi chiediamo ancora di pazientare un po’ per il bene dei loro cari. Al Bon Bozzolla, inoltre, nel corso dell’ultima settimana sono ripresi a regime gli importanti lavori di ampliamento e adeguamento che stanno da inizio dello scorso anno interessando la struttura e che si erano arrestati a causa dell’emergenza sanitaria.

Eddi Frezza-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento