rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Attualità Montebelluna

Bonus centri estivi: Montebelluna stanzia 27mila euro per aiutare le famiglie

I contributi vanno da un minimo del 20% ad un massimo del 60% della tariffa settimanale a seconda dell’ISEE e per un massimo di 5 settimane

La giunta comunale di Montebelluna ha approvato anche per quest’anno il bonus comunale per i centri estivi. Le agevolazioni garantite dal Comune, grazie ad uno stanziamento di 27mila euro, sono rivolte ai residenti a Montebelluna con figli in età compresa tra 0 e 14 anni che tra giugno e settembre frequentano i centri estivi. I contributi – rivolti a tutti i residenti di Montebelluna, anche a coloro che decidono di iscrivere il proprio figlio in un centro estivo fuori Città - vanno da un minimo del 20% ad un massimo del 60% della tariffa settimanale a seconda dell’ISEE, (per un massimo di 5 settimane) con un contributo massimo erogabile compreso tra 150 euro e 450 euro.

Non è richiesto l’Isee per i minori frequentanti (0-14 anni) facenti parte di nucleo familiare con figli orfani di uno o entrambi i genitori e per i minori frequentanti (0-14 anni) portatori di handicap per i quali è previsto un rimborso pari al 60%, per un contributo massimo erogabile di € 450,00 per un massimo di 5 settimane di frequenza, in deroga ai criteri di cui sopra; il beneficio sarà riconosciuto in via prioritaria rispetto alla graduatoria. Il contributo verrà erogato in ordine crescente del valore Isee certificato sino all’esaurimento delle risorse disponibili quantificate in complessivi 27mila euro; in caso di parità di valore Isee sarà considerato l’ordine di presentazione della domanda. Non verranno liquidati contributi spettanti di importo inferiore alla somma di 20 euro.

Cattura-15-249

Commenta il sindaco, Adalberto Bordin: “L’attenzione ed il supporto alle famiglie da parte dell’amministrazione comunale di realizza anche attraverso azioni come questa che, non solo offrono prevedono un contributo economico ma permettono anche ai genitori di soddisfare e coniugare esigenze familiari e di accudimento dei figli nel periodo estivo con quelle professionali”. Aggiunge l’assessore all’istruzione, Debora Varaschin: “In un momento storico come quello che stiamo vivendo, dove soprattutto le famiglie con figli in età scolare vedono il loro bilancio avere delle difficoltà a causa del costo complessivo della vita, il supporto che l’amministrazione comunale ha predisposto per far fronte alle necessità delle famiglie è quanto mai necessario. I centri estivi, sono un momento in cui i genitori trovano uno spazio dove far passare il tempo in modo costruttivo ed educativo ai figli, nel periodo in cui le scuole sono chiuse per la pausa estiva e i genitori lavorano. Qui i ragazzi possono scoprire e vivere esperienze di socialità e opportunità per imparare, scoprire cose nuove. Con questo aiuto ci auguriamo che tutte le famiglie che lo desiderano possano far vivere ai propri figli l’esperienza dei centri estivi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus centri estivi: Montebelluna stanzia 27mila euro per aiutare le famiglie

TrevisoToday è in caricamento