menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borghi più belli 2021: quattro meraviglie sono nel trevigiano

Piccoli, incantevoli, luoghi in cui la vita si è fermata, la provincia di Treviso ha dei veri gioielli

E' stata presentata la XIV edizione della Guida Ufficiale de I Borghi più belli d’Italia, che come ogni anno racconta il fascino dell’Italia nascosta,  l’enorme patrimonio storico, artistico, culturale ed eno-gastronomico dei “gioielli” italiani, piccoli centri storici d’eccellenza inferiori ai 15 mila abitanti.

Nel volume si trovano tutte le informazioni necessarie per organizzare un viaggio, o anche solo un fine settimana, in uno dei meravigliosi Borghi della provincia italiana, tra tutti quelli visitati ne ha selezionati 315 di imperdibili.

Queste piccole meraviglie hanno registrato complessivamente oltre 4 milioni di arrivi, +16,0% rispetto al 2015 (+564 mila), di cui +23,2% stranieri e +11,3% italiani; sono 14,8 milioni le giornate di presenza, +8,4% rispetto al 2015 (oltre 1,1 milione in più), di cui  +12,1% stranieri e  +5,5% italiani;  12,1 giornate per abitante, contro una media nazionale di 7,2; più elevata nei Borghi la permanenza media nelle strutture (3,6 giorni) rispetto alla media nazionale (3,3 giorni); i turisti stranieri contribuiscono per il 46,4% del totale delle presenze.

Inoltre una prima analisi dei dati del 2020 fa registrare un  flusso turistico nei Borghi della rete con una flessione minore rispetto al dato nazionale, mentre i dati relativi all’estate appena trascorsa sono invece in molti casi addirittura migliori del dato 2019 dello stesso periodo: questo a dimostrazione del fatto che i Borghi sono sicuramente una destinazione sempre più richiesta, soprattutto in questo periodo segnato dalla crisi causata dal COVID-19.

I borghi gioiello del trevigiano

Da quando è nata nel 2001, l’associazione dei “Borghi più belli d’Italia” è diventata un’ottima fonte di ispirazione per le nostre gite fuori porta. Il club è infatti impegnato nella valorizzazione di centinaia di piccoli paesi italiani valutati in base alla bellezza architettonica, alla ricchezza del patrimonio artistico-culturale oltre che alla vivibilità: mete magnifiche e spesso poco conosciute, ma che valgono certamente la visita.

Asolo - La città dei cento orizzonti

Il primo borgo della lista non necessita di presentazioni: Asolo è infatti splendida quanto celebre, amata da sempre da artisti e letterati come Eleonora Duse e Freya Stark. La rocca medievale domina il paese dall’alto e racchiude con le sue mura il piccolo centro storico, dove passeggiare tra portici e caffè eleganti in cui ancora si respira l’atmosfera che ha affascinato tanti scrittori del passato. Da non perdere una visita alla rocca stessa: lo sforzo di affrontare la salita è ripagato da una splendida vista sul paesaggio circostante.

ALTITUDINE m. 205 s.l.m. ABITANTI 8.990 (500 nel borgo)

2020-12-01 (1)-2

Cison di Valmarino - Tra i vigneti del Prosecco Superiore

Nel mezzo delle Colline del Prosecco troviamo Cison di Valmarino, dominata dal Castello Brandolini – oggi conosciuto come Castelbrando. Oltre al bellissimo centro storico con i suoi palazzi rinascimentali, meritano una visita le piccole frazioni del comune, interamente in pietra: Tovena, borgo rurale di case di sasso quasi tutte recuperate, Mura e Rolle, quest’ultima immersa nel verde dei vigneti del Prosecco. Da Cison inoltre si raggiunge la Strada dei Cento Giorni, grande opera di ingegneria realizzata dagli austriaci nel corso della Grande Guerra.

ALTITUDINE m. 260 – 700 s.l.m. ABITANTI 2700 (1050 nel borgo)

2020-12-01-2

Follina - Un paese d’Alta Marca

Sempre lungo la Strada del Prosecco incontriamo l’ultimo ingresso trevigiano tra i Borghi più belli d’Italia: Follina. Il più grande patrimonio della città è rappresentato dalla splendida abbazia cistercense di Santa Maria con il caratteristico chiostro. Pare siano stati proprio i monaci a introdurre a Follina quella che è stata per secoli la sua principale attività artigiana: la lavorazione o “follatura” della lana (da cui deriva anche il nome stesso della città).

Oggi di questa tradizione secolare sopravvive una sola manifattura, ma continua a produrre tessuti pregiati utilizzati poi dai marchi più prestigiosi della moda internazionale

ALTITUDINE m. 200 s.l.m. ABITANTI 3.880 (600 nel borgo)

2020-12-01 (2)-2-2

Portobuffolè - La gaia dimora

L’ultimo tra i borghi più belli d’Italia in Provincia di Treviso è forse meno conosciuto, ma altrettanto affascinante: si tratta di Portobuffolè, al confine con il Friuli Venezia Giulia.

Portobuffolè è il più piccolo comune trevigiano sia per superficie che per popolazione, solo 5 chilometri quadrati per circa 750 abitanti.

Da vedere casa Gaia, dimora nel Trecento di Gaia da Camino, Piazza Maggiore e Porta Friuli: sotto il ponte di pietra un tempo scorreva il fiume Livenza. L’occasione perfetta per assaporare l’atmosfera medievale di questo piccolo gioiello in provincia di Treviso è la rievocazione storica Portobuffolè XIII Secolo che si tiene ogni anno un fine settimana estivo, con cena medievale, torneo equestre, giochi e sfilata in costume.

ALTITUDINE m. 8 s.l.m. ABITANTI 800 (300 nel borgo)

2020-12-01 (3)-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Covid, è morto Mario Guizzon: cognato di Tina Anselmi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Lite furibonda, cosparge di benzina il collega e gli dà fuoco

  • Attualità

    Ulss 2, il direttore Francesco Benazzi: «La sanità trevigiana è donna»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento