Borse di studio per ricordare Gloria e Marco morti nella Grenfell tower

Da Londra arriva l'architetto Peregrine Bryant, proprietario dello studio dove lavorava Gloria Giannino Gottardi: «Daremo 7 borse di studio per premiare i giovani più meritevoli»

In foto: Marco Gottardi e Gloria Trevisan morti nella Grenfell Tower di Londra

Nasce dal ricordo di Marco Gottardi e Gloria Trevisan, i due giovani architetti veneti vittime dell’incendio del grattacielo di Londra, il convegno dal titolo “Sicurezza e qualità del progetto” organizzato dall’Ordine degli Architetti di Treviso in collaborazione con il Coordinamento Regionale Veneto A.I.A.S. (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza), con il patrocinio della Regione Veneto, del Comune di Treviso e della Federazione Ordini Architetti del Veneto.

L’incontro si è tenuto venerdì pomeriggio, 17 maggio, presso la Sala Verde di Palazzo Rinaldi ed era aperto a tutti gli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori anche non abilitati. «Sono intervenuti esperti in materia di sicurezza provenienti da tutta Italia e non solo – ha dichiarato il Presidente dell’Ordine Marco Pagani – Tra gli ospiti anche Peregrine Bryant, titolare dell’omonimo studio londinese dove lavorava Gloria Trevisan, tragicamente scomparsa insieme al fidanzato Marco, anche lui architetto. E’ stato proprio lui a parlarci dell’importanza delle borse di studio che gli studi inglesi di architettura mettono a disposizione degli studenti provenienti da tutto il mondo, e in modo particolare dall’Italia, per incentivare la loro presenza nella capitale. Vorremmo che gli stessi incentivi, le stesse possibilità potessero essere messe a disposizione anche qui, affinché l’Italia, il Veneto e la Marca diventino un luogo di attrazione importante per i giovani architetti, interessati per esempio ad approfondire il settore del restauro». Per ricordare il lavoro di Marco e Gloria lo studio di Peregrine Bryant ha dato vita  al G&M Award, una borsa di studio di 7.500 sterline, vinta nel 2018 da Giulia Pannocchia, studentessa livornese con laurea magistrale allo Iuav – Dipartimento di Architettura, Costruzione e Conservazione di Venezia.

tassinari-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’incontro erano presenti anche Linda Tassinari, assessore all’urbanistica del Comune di Treviso e Giannino Gottardi, padre di Marco: «Occuparsi di sicurezza è fondamentale perché significa evitare che altre persone possano perdere la vita, come è accaduto ai nostri meravigliosi ragazzi». Quello dei due giovani architetti non resta solo un ricordo: la fondazione Grenfellove, l’associazione fondata dai genitori di Marco, Giannino e Daniela, eroga ogni anno delle borse di studio, rivolte ai ragazzi più meritevoli. «Quest’anno – ha fatto sapere Gottardi - saranno sette, rivolte ai ragazzi che frequentano lo IUAV (ndr. su corsi di laurea o dottorati di ricerca o master, privilegiando tesi nel campo della tutela del territorio e della sicurezza degli edifici) e i due istituti superiori frequentati da Marco e Gloria, l’IIS Scarpa di San Donà e il liceo artistico di Padova».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento