menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La consulta di Breda

La consulta di Breda

Aree verdi e sport: i giovani incontrano l’amministrazione comunale a Breda

Giovedì 4 marzo alle 20.30 la consulta comunale dei giovani salirà in Comune per dialogare in merito a spazi di aggregazione all’aperto

Giovedì 4 marzo alle 20.30 la sala consiliare di Villa Olivi ospiterà l’incontro fra la Consulta Giovani e l’Amministrazione Comunale di Breda di Piave. Ragazze e ragazzi porteranno le loro proposte per spazi aggregativi all’aperto, fra cui parchi, campi sportivi, area fitness e vivibilità delle piazze. L’appuntamento avverrà nel pieno rispetto delle norme anti Covid, con obbligo di indossare la mascherina e di mantenere il distanziamento sociale. I cittadini interessati potranno seguire l'incontro in diretta streaming. Il link per il collegamento on line, che si terrà su Google Meet, verrà pubblicato a breve sul sito www.comune.bredadipiave.tv.it.

«Una delle prerogative lanciate sin dall’inizio dalla Consulta Comunale dei Giovani era quella di aprire un dibattito sugli spazi verdi e di aggregazione, fondamentali nel territorio comunale specie in questi mesi difficili di gestione dell’emergenza coronavirus -commentano il sindaco di Breda di Piave, Moreno Rossetto, e la vicesindaca e assessore alle Politiche Giovanili, Adelaide Scarabello- ascolteremo dunque con interesse l’analisi e le proposte che arriveranno dalla Consulta per valutarle insieme, sempre con uno sguardo al futuro del nostro paese».

La Consulta, come da statuto approvato, è un organo consultivo e propositivo del Consiglio Comunale, composto da bredesi tra i 14 e i 29 anni che desiderano, in maniera volontaria, offrire il proprio tempo libero per collaborare attivamente alla gestione della cosa pubblica, proponendo idee e iniziative riguardo le tematiche e il ruolo dei giovani nella comunità. L’organismo è aperto a tutti i giovani che vorranno farne parte e si ritrova con cadenza mensile. Durante il lockdown le riunioni sono avvenute principalmente online e ora tornano in presenza, nella prestigiosa cornice di Villa Olivi. La Consulta ha aperto un profilo Instagram, @cdg_breda, per essere sempre più in contatto con le cittadine e i cittadini tra i 14 e i 29 anni e non solo. Oltre alle iniziative del territorio, vengono pubblicate anche altre informazioni utili, infografiche curiose sulla vita bredese e pillole di storia locale da far conoscere ai cittadini del futuro. E’ da poco terminato il sondaggio, lanciato dalla Consulta sui canali social e sul sito del Comune di Breda di Piave, per raccogliere informazioni utili a definire le prossime azioni da intraprendere per i giovani bredesi. Il sondaggio, libero e anonimo, conteneva una serie di domande sulla vita sociale, lo sport, la cultura e il territorio bredese. Le risposte così ottenute saranno presentate dalla Consulta al Consiglio Comunale. La crescita della Consulta si inserisce all’interno della candidatura del Comune a “Città italiana dei Giovani”, riconoscimento promosso dal Consiglio Nazionale dei Giovani in collaborazione con il Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale e l’Agenzia Nazionale per i Giovani. Breda di Piave, insieme a Carbonera e Villorba, ha partecipato anche al bando “Fermenti in Comune”, promosso da Anci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento