rotate-mobile
Attualità Breda di Piave

Pannolino lavabile, prodotti per l'igiene, libri e informazioni: ecco la "Baby bag" per le famiglie

L'iniziativa lanciata dal Comune di Breda di Piave in collaborazione con Contarina. Il sindaco Cristiano Mosole: «Saremo noi stessi amministratori, io per primo, a consegnarla direttamente nelle mani dei genitori, ovviamente quando loro ce ne daranno la possibilità»

Una borsa di cotone riutilizzabile con all'interno diversi prodotti, sia primo uso per neonati, tra cui un pannolino lavabile, prodotti per l’igiene e per lo svago (come i libri dalla Biblioteca Comunale) o di carattere informativo, ad esempio tutti gli incentivi e i servizi per le famiglie con neonati. Si chiama BabyBag ed è lo speciale dono alle famiglie che il Comune di Breda di Piave metterà a disposizione dei genitori. L'obiettivo del progetto che ha visto collaborare l'amministrazione comunale, Bacino Priula e Contarina, è quello di ricostruire quel sentimento di comunità che oggi giorno viene sempre meno.

Proprio Consiglio di bacino Priula e Contarina hanno come mission l’ecosostenibilità e da anni prevedono incentivi per l’utilizzo dei pannolini lavabili. A tal proposito, Contarina ha supportato il Comune nella realizzazione delle borse in cotone che conterranno i vari omaggi. Le collaborazioni, però non finiscono qui: a questo progetto hanno aderito con entusiasmo le due farmacie del territorio bredese, ovvero la Farmacia Bruscagnin di Breda di Piave e la Farmacia Grisostolo di Saletto di Piave, nonchè altre aziende. Le possibilità di collaborazione non terminano qui: chiunque volesse aderire può tranquillamente farlo contattando gli uffici comunali.

La presentazione del progetto

«Siamo felici di poter dare finalmente avvio a questo progetto» dice il Sindaco Cristiano Mosole «che ha visto un gran lavoro da parte di tutta la mia squadra in sinergia con gli uffici comunali. Siamo consapevoli che le famiglie tutte, in particolare quelle con bimbi neonati o comunque piccoli, meriterebbero molta più attenzione e sostegno da parte dell’apparato statale. Noi lavoriamo in quella direzione, con le possibilità che sono riservate da un ente locale. Questa progettualità, innovativa per il nostro territorio, la riteniamo una sorta di coccola (passatemi il termine), un modo per dare il benvenuto ai nuovi nati e far sentire ai genitori che noi, nel nostro piccolo, ci siamo, proviamo ad essere al loro fianco. La cosa che più ci piace è che, proprio per accorciare le distanze tra noi e i nostri concittadini, la babybag non verrà recapitata da corrieri o da terzi: saremo noi stessi amministratori, io per primo, a consegnarla direttamente nelle mani dei genitori, ovviamente quando loro ce ne daranno la possibilità, così da poterci congratulare e spiegare il senso del nostro progetto. Ringrazio tutta la mia squadra che si è davvero spesa tantissimo. E un enorme grazie al Consiglio di Bacino Priula e a Contarina, alle farmacie Bruscagnin e Grisostolo, nonché a tutti coloro che hanno collaborato per aver creduto fin da subito nella bontà di questo nostro progetto. Ora speriamo che sia apprezzato anche dalle famiglie».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pannolino lavabile, prodotti per l'igiene, libri e informazioni: ecco la "Baby bag" per le famiglie

TrevisoToday è in caricamento