menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ontano piantato a Breda

L'ontano piantato a Breda

Rinnovato il gemellaggio tra Breda di Catalunya e Breda di Piave

L’incontro si è svolto in occasione del 30imo anniversario dei diritti dei bambini, per il quale gli alunni di quinta elementare hanno inaugurato una mostra sul tema, e del settimo anno di gemellaggio, suggellato simbolicamente con la piantumazione di un ontano nell’area sportiva

Domenica 14 aprile nel Parco di Villa Olivi, intitolato “Parco dei diritti dei bambini”, si è svolta la cerimonia di accoglienza della delegazione proveniente da Breda di Catalunya, città spagnola gemellata con Breda di Piave all’interno del progetto “Il mio amico europeo”. L’incontro si è svolto proprio in occasione del 30^ anniversario dei diritti dei bambini, per il quale gli alunni di quinta elementare hanno inaugurato una mostra tema, e del 7^ anno di gemellaggio tra le due città, suggellato simbolicamente con la piantumazione di un ontano nell’area sportiva. I cittadini spagnoli sono stati accolti dai bambini, dai genitori, dall’Amministrazione Comunale e dal comitato gemellaggi, che hanno voluto condividere con loro una mattinata simbolicamente molto importante per le due omonime città. «La mostra “I diritti dei bambini” e la piantumazione dell’ontano sono i simboli del sentimento vivo della fraternità europea che rafforza legami e gli scambi tra comunità»: afferma il sindaco Moreno Rossetto, presente con la vicesindaco Moreno Rossetto e il sindaco dei ragazzi di Breda.

La mostra è stata creata dalle classi quinte delle scuole elementari, che hanno inoltre presentato i diritti dei bambini durante l’incontro. I vari disegni esposti al parco riportano i diritti fondamentali di tutti i bambini del mondo: il diritto di fare amicizia, il diritto al gioco, il diritto di essere amato, il diritto di avere una vita privata, il diritto dell’identità, il diritto di vivere e crescere, il diritto a essere difeso dalla violenza, il diritto di essere curato, il diritto di non essere sfruttato e il diritto al gioco e al riposo. Oggi la delegazione spagnola farà un tour della Città di Venezia, mentre domani visiterà le scuole di Breda di Piave. Il ritorno in Catalunya è previsto per martedì 16. L’atto di gemellaggio impegna i sindaci a mantenere legami tra le municipalità dei due paesi e a favorire gli scambi tra i loro abitanti per sviluppare il sentimento vivo della fraternità europea.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Addio a Paolino Denis, maestro nell'arte della macellazione

  • Attualità

    Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

  • Cronaca

    Una mimosa per Franca e Fiorella: «Arse vive per soldi»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento