menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco Rossetto al cantiere

Il sindaco Rossetto al cantiere

Breda, al via il progetto per la nuova illuminazione pubblica a led

Il sindaco Moreno Rossetto: «Illuminazione, risparmio energetico e sicurezza in un unico progetto»

Breda di Piave si prepara ad avere una nuova illuminazione pubblica. Al via, finalmente, l’affidamento in concessione, tramite project financing, della progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione dell’illuminazione pubblica a luci LED in Comune di Breda di Piave. Chiuso con la sentenza del Consiglio di Stato l’iter burocratico dovuto ai ricorsi, l’Amministrazione Comunale ha raggiunto l’accordo con la ditta Eurogroup Spa di Silea. Il bando lanciato a fine 2017 prevede il rinnovo di 1372 punti luci e 40 nuovi punti in aree attualmente poco illuminate, oltre all’illuminazione di 13 passaggi pedonali e antenna wi-fi nei lampioni. L’operazione consentirà al Comune di Breda di Piave un risparmio del 72% sulla spesa per l’illuminazione: facendo un rapido calcolo, da 125.000 euro di spesa annua si passerà a soli 30.000 euro. Il costo totale del project nell’offerta di Eurogroup ammonta a 1.400.970 euro, ai quali vanno sottratti un ulteriore sconto di 60.000 euro in favore del Comune ottenuto nella trattativa e un’ulteriore riduzione di 19.968 euro, previsti per la tecnologia di lettura delle targhe, già varata nel frattempo dal Comune. Ieri il Consiglio Comunale di Breda di Piave ha approvato la variazione di bilancio per lo stanziamento di 211.487 euro, quota del contributo comunale per l’avvio del project.

«Si conclude finalmente una vicenda che, a causa di una guerra tra aziende a suon di ricorsi, aveva bloccato l’iter burocratico per varare un progetto atteso da anni dai cittadini bredesi -commenta Moreno Rossetto, sindaco di Breda di Piave- ancora una volta dunque, guardiamo ai fatti e nel giro di pochi mesi, entro settembre, tutta l’illuminazione pubblica di Breda sarà sostituita da luci a led, con l’aggiunta di 40 nuovi punti luce nelle zone meno coperte individuate. Inoltre, grazie alla trattativa con la ditta aggiudicataria, siamo riusciti a ottenere un ulteriore sconto per le casse comunali. Illuminazione, risparmio energetico e sicurezza in un unico progetto, per il bene dei cittadini».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento