"Lockdown" per lo sportello del tribunale del malato, continua il suo servizio online

La chiusura del punto di informazione, consulenza e orientamento gestito da Cittadinanzattiva è stata disposta dall'Ulss 2 Marca Trevigiana in ottemperanza al DPCM del 24 ottobre 2020. Per continuare nella sua attività di sostegno alle persone malate e ai loro familiari, l'associazione potenzia il suo servizio a distanza via email oppure per telefono

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Cittadinanzattiva Treviso, associazione di promozione sociale per i diritti dei cittadini, informa che il "punto ascolto", consulenza e assistenza per le persone malate e i loro familiari, emanazione del Tribunale dei Diritti del Malato, presente e operativo da tempo con dei volontari all'interno dell'Ospedale Ca' Foncello di Treviso, è stato momentaneamente chiuso su disposizione della Direzione dell'Ospedale, in ottemperanza alle normative anti Covid dettate dal DPCM del 24 ottobre 2020. L'attività di tale "punto ascolto" è estremamente utile alle molte persone che ogni anno vi accedono, liberamente e a titolo gratuito. Ad accoglierle allo sportello del Tribunale del Malato trovano infatti dei volontari preparati e addestrati al colloquio, capaci di sostenere gli utenti nella ricerca di eventuali punti di difficoltà o smarrimento nell'accedere o usufruire dei servizi che sia l'Ospedale che l'Ulss predispongono per loro. In modo più specifico, questa azione diventa di vitale importanza per le persone "fragili", costrette - loro malgrado - a dover ricorrere ai servizi ospedalieri o sanitari. In questo ultimo periodo, poi, la richiesta di aiuto è divenuta anche una necessità di essere ascoltati e questo per provare a identificare di cosa hanno realmente bisogno e serve loro. L'attività del Tribunale dei Diritti del Malato non è in contrasto con l'operatività e l'organizzazione dell'Ulss, anzi, ne è chiaramente complementare e integrativa, pur nel rispetto reciproco di competenze e responsabilità. Tuttavia, pur consapevoli che l'operatività in presenza sarebbe preferibile, poiché fornisce maggiori risultati alle domande dell'utenza, il Tribunale dei Diritti del Malato di Treviso in questo specifico momento, fino al termine del lockdown, ha potenziato la sua consulenza e disponibilità da remoto. È possibile quindi accedere ai servizi dello sportello scrivendo una email (cittadinanzattiva.tv@libero.it), oppure telefonando al 375-6059800 nella fascia oraria dalle ore 9.30 alle 17. Informazioni aggiornate si possono trovare anche nel sito nazionale www.cittadinanzattiva.it, dove c'è uno spazio dedicato alle informazioni e notizie relative alla salute, in generale, e nello specifico alle problematiche legate al Covid-19. Inoltre, tramite la pagina Facebook è garantito un aggiornamento informativo territoriale sul coordinamento di Treviso (Facebook Cittadinanzattiva Treviso). Si conferma e precisa infine che questo servizio è gratuito e su richiesta delle persone interessate. Si raccomanda e si consiglia, a tutti, l'uso corretto delle indicazioni di prevenzione anti pandemia suggerite dall'Ulss 2.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento