Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

Annega per salvare la figlia, la Pro Loco raccoglie fondi per la famiglia

Lammouchi Mohsen, 54anni di Caerano San Marco era è stato inghiottito dalle acque del Piave il 2 luglio scorso a Pederobba. Organizzato in paese uno "spiedo solidale" il cui ricavato andrà ai parenti

Lammouchi Mohsen, il 54enne annegato per salvare la figlia

Uno "spiedo solidale", il cui intero ricavato andrà a favore della famiglia di Lammouchi Mohsen, il 54enne tunisino di Caerano San Marco morto lo scorso 2 luglio, a Pederobba, nel tentativo di aiutare la figlia e un'amica, entrambe 14enni, in difficoltà mentre facevano il bagno nel Piave. L’iniziativa, denominata “Aiutiamoli”, si svolgerà sabato 17 luglio presso la sede della Pro Loco, agli impianti sportivi di Careno, a partire dalle 19.

«L’idea ci è venuta un paio di giorni dopo il fatto – spiega il presidente della Pro Loco, Giuseppe Spagnol – abbiamo letto che il Comune cercava il modo di aiutare la famiglia tunisina. Conosco anche molto bene quello che era un suo caro amico. Abbiamo così messo in moto la nostra macchina della solidarietà e abbiamo pensato che questo potesse essere un modo efficace per raccogliere fondi da destinare interamente alla famiglia che ha perso il suo papà”.

Lo spiedo da asporto con contorno avrà un costo di 12 euro. Le prenotazioni si possono effettuare entro il 15 luglio ai numeri 3476220294 e 3389955820 o nei bar del centro di Caerano.

Lammouchi Mohsen si sarebbe tuffato in acqua per soccorrere le due ragazze: la figlia è riuscita a raggiungere l'altra sponda mentre il padre è sparito nel nulla, trascinato via dalla corrente. Il suo corpo verrà ritrovato senza vita un paio di ore dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annega per salvare la figlia, la Pro Loco raccoglie fondi per la famiglia

TrevisoToday è in caricamento