Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Combattenti" in passerella, sfilata di 25 donne in rosa di Cafè Coraggio

Un evento che mette insieme quelle che sono definite le donne combattenti dopo la diagnosi e cura del tumore al seno

 

Un lungo applauso, una standing ovation per la sfilata finale delle 25 modelle "rosa" che hanno dimostrato tutta la loro femminilità e forza mercoledì sera al Parc Hotel “Villa fiorita” di Monastier per “La forza in passerella”, l'evento organizzato da “Monastier un giro in piazza” a sostegno della LILT di Treviso con la collaborazione del Presidio Ospedaliero “Giovanni XXIII” e il patrocinio del Comune di Monastier e di Treviso. Il tumore al seno si può combattere e così sulle note di “Combattente” di Fiorella Mannoia ognuna di loro, dopo aver più volte sfilato con abiti e accessori concessi da molti negozi trevigiani e veneziani, ha "portato" le parole che compongono la canzone della cantante romana, a dimostrazione che il tempo scorre inesorabile, per tutte; ci toglie cose ma ce ne aggiunge altre senza cambiarci. E sempre combattendo, giorno dopo giorno, si superano quei limiti che, magari con dolore e sofferenza, ci hanno rafforzato.  Una forza che hanno ritrovato e dimostrato ieri sera le 25 modelle d'eccezione di “Cafè Coraggio” di Monastier e le “Trifoglio Rosa” di Mestre, caparbie in tutto, anche nel portare a termine un evento che programmato già lo scorso autunno a causa del Covid è stato prima sospeso e successivamente rinviato a causa del maltempo di venerdì scorso. Ma come spesso accade nelle favole anche “la forza in passerella” ha avuto il suo lieto fine in una calda sera d’estate contagiando dell’entusiasmo, portato dalle 25 “combattenti”, tutti i presenti e gli organizzatori.

Hanno sfilato distanziate e ad applaudirle parenti e amici, che sono intervenuti all'aperto nel parco dell'Hotel Villa Fiorita secondo le norme anti Covid, tenendo conto delle presenze dei congiunti. La forza in passerella è stata non solo una sfilata di moda ma la dimostrazione di quanto una donna, anche se colpita dalla malattia, non perde mai la propria femminilità, anzi la rafforza.

Hanno collaborato all’iniziativa Stefani Abbigliamento di Monastier, Ghungroo di Treviso, Ellamitz di Treviso, Bellamie di Mestre, Olos di Treviso, Incanto di San Biagio di Callalta, Jolie di Monastier, Nonsolopelle di Monastier, Ottica Monastier, Fioreria Bosa di Monastier, l’ Azienda  Vitivinicola Terre Grosse di Zenson di Piave e "Gli amici del trodetto" che con entusiasmo e forza hanno aiutano nella parte logistica.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento