Attualità

Emorragia cerebrale a 16 anni: «Primi segnali di ripresa»

Il giovane calciatore di Resana, ricoverato all'ospedale Ca' Foncello da lunedì 20 aprile, ha dato i primi segnali di miglioramento. Servono altri due giorni per sciogliere la prognosi

In foto l'ospedale Ca' Foncello

Resta in coma il calciatore di soli 16 anni colpito, lunedì 20 aprile, da una grave emorragia cerebrale mentre si trovava in casa con i genitori. Dopo il ricovero immediato all'ospedale Ca' Foncello e un intervento durato ben 7 ore, il giovane è ancora in coma farmacologico ma, nelle scorse ore, avrebbe dato i primi segnali di ripresa.

Ad annunciarlo è il sindaco di Resana, Stefano Bosa che commenta: «Serviranno altri due giorni per sciogliere la prognosi ma è possibile che la giovane promessa dell'Lr Vicenza Virtus Calcio si risvegli dal coma». Positive le prime due Tac, accompagnate da segnali di netto miglioramento che hanno portato i medici ad esprimere un cauto ottimismo sulle condizioni di salute del giovane. Per amici e familiari del 16enne è una prima notizia confortante, dopo tre giorni da incubo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emorragia cerebrale a 16 anni: «Primi segnali di ripresa»

TrevisoToday è in caricamento