rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Attualità Breda di Piave / Via Roma, 4

Breda di Piave, inaugurato il nuovo campo da calcetto e volley

Il Gruppo Cassa Centrale e Banca Prealpi SanBiagio con Caritas Tarvisina hanno inaugurato le nuove strutture della parrocchia realizzate coinvolgendo famiglie e imprese colpite dalla crisi

È stato inaugurato domenica 18 ottobre il campetto da calcetto e volley della parrocchia di Breda di Piave, riqualificato nell’ambito del progetto “Vn - Vicinanza all’ennesima potenza”. Il fischio d’inizio della partita che ha celebrato la prima di tante sfide è arrivato subito dopo la Santa Messa.

Il progetto, avviato a marzo 2021 grazie al sostegno del Gruppo Cassa Centrale, di cui Banca Prealpi SanBiagio è parte, è stato gestito da Caritas Tarvisina insieme a tre Parrocchie della Diocesi di Treviso (Onè di Fonte, Camalò e Breda di Piave), coinvolgendo le comunità nella sperimentazione di un modello generativo di risposta ai bisogni emersi durante la pandemia. Ciascuna parrocchia ha individuato un bene comune da recuperare a favore della collettività. I lavori di riqualificazione del bene sono stati l’occasione di coinvolgere imprese schiacciate dalla crisi economica e famiglie in situazione di bisogno. A Breda di Piave quattro parrocchiani hanno contribuito ai lavori di riqualificazione del bene comune, occupandosi della rimozione del vecchio manto erboso e della recinzione del campetto, e liberando completamente l’area da piante e rami. E proprio loro hanno tagliato il nastro domenica mattina, prima del calcio d’inizio della partita. I lavori hanno rappresentato un'avventura, durante la quale si sono create relazioni umane, più che economiche. Alla squadra dei quattro parrocchiani e delle imprese a cui sono state affidate le commesse, si sono aggiunti volontari che hanno donato il proprio tempo e numerose altre realtà che hanno offerto le proprie risorse.

CampettoBredaPiave_2-2

L’inaugurazione di domenica è stata la dimostrazione che la vicinanza, all’ennesima potenza, funziona davvero: non importa quanto appaia senza speranza la situazione di una persona o di un’impresa, tutti possiamo mettere a frutto il nostro talento donando qualcosa di bello alla comunità; e non importa quanto sembri difficile ripartire senza lasciare indietro le persone meno fortunate, abbiamo il compito di prenderci cura gli uni degli altri, nessuno escluso. Il progetto “Vn - Vicinanza all’ennesima potenza” è tra le iniziative finanziate da Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo Italiano, che con le sue Società ha voluto dare un segnale di forte vicinanza alle Comunità a seguito dello scoppio della pandemia, donando di 1 milione di euro a Caritas. La somma è stata distribuita su 10 interventi, da 100mila euro ciascuno, a favore delle Caritas diocesane delle Sedi territoriali di Cassa Centrale Banca e delle Società del Gruppo (Bari, Bologna, Brescia, Cuneo, Padova, Roma, Trento, Treviso e Udine), e un ulteriore intervento a favore di Caritas Italiana. Le società che hanno contribuito al progetto sono Cassa Centrale Banca - Capogruppo del Gruppo Cassa Centrale, Allitude - specializzata in attività di outsourcing informatico e di back-office per il settore bancario, Claris Leasing - società di leasing del Gruppo e Assicura, che fornisce prodotti assicurativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Breda di Piave, inaugurato il nuovo campo da calcetto e volley

TrevisoToday è in caricamento