Niente edizione 2020 per il Cimetta Jamming Festival: «Torneremo a farvi divertire e ballare»

A causa delle conseguenze da Coronavirus il CJF di Codognè "alza bandiera bianca". «Abbiamo passato gli ultimi mesi a sperare che questa potesse essere un'estate "normale" ma purtroppo non sarà così»

Una foto dell'edizione 2019

C'è grande delusione in queste ultime ore tra i giovani di Codognè e non solo. L'attesa edizione 2020 del Cimetta Jamming Festival (CFJ), noto evento musicale della Marca, non si farà a causa delle conseguenze dettate dalla pandemia da Coronavirus. «Abbiamo passato gli ultimi mesi a sperare che questa potesse essere un'estate "normale" ma purtroppo, come potete immaginare, siamo costretti a comunicarvi che la nona edizione del CJF Music Festival si terrà nel 2021! - scrivono gli organizzatori in un post su Facebook - Continuate però a seguirci perché noi continueremo a pensare a voi e, se le condizioni ce lo permetteranno, torneremo a farvi divertire e ballare prima della prossima estate!».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una notizia che ha subito rattristato molti fan che attendevano con ansia la classica maratona di concerti che ormai da anni fa da calamita per migliaia di giovani appassionati di rock, punk, pop, indie e funky-house, attratti sia da nomi di grande risonanza come dalle band locali di ultima generazione. Negli anni dal 2012 a oggi l’evento ha difatti visto succedersi oltre 100 artisti tra gruppi e singoli, debuttanti e professionisti già affermati sul piano internazionale. Insomma, un evento alla cui organizzazione collaborano circa 170 volontari e una decina di associazioni locali, tutti chiamati a gestire l’ospitalità di almeno 15 mila spettatori. Ma l’obiettivo del CJF Music Festival, nonostante questa triste cancellazione, rimane quello di intercettare i gusti dei cultori più raffinati dei generi musicali inseriti nel palinsesto, oltre a quello di creare un momento di aggregazione trasversale fra le generazioni, proponendosi come spazio di incontro anche per bambini e famiglie grazie a molte occasioni di richiamo distribuite su tutti i 36 mila metri quadrati del “villaggio della musica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento