rotate-mobile
Attualità Farra di Soligo

San Gallo, cannone antigrandine sabotato dai vandali

Il cavo per farlo funzionare è stato tagliato con un tronchese o una cesoia. Rabbia e sgomento tra i viticoltori: i cannoni erano stati installati nel 2001 e finora non erano mai stati danneggiati

Il quinto cannone antigrandine sulla collina del San Gallo è stato messo fuori uso dai vandali. Il Consorzio difesa Treviso (Coditv) ha scoperto il danno durante le prove generali di inizio stagione.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", ignoti hanno tagliato con una cesoia (o un tronchese) il cavo che serve a far entrare in funzione il cannone. Installati nel 2001 i dispositivi antigrandine sul San Gallo non erano mai stati danneggiati finora. Un gesto che ha lasciato sgomenti e indignati i viticoltori della zona, sulle colline patrimonio Unesco. Fortunatamente gli altri 4 cannoni non hanno subito danni ma resta l'amarezza per un danno davvero ingente e immotivato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Gallo, cannone antigrandine sabotato dai vandali

TrevisoToday è in caricamento