menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Veneti nel mondo, domenica la festa sulla piana del Cansiglio

Alla giornata, organizzata dall’Associazione Trevisani nel mondo, con il supporto della Regione Veneto, parteciperanno il presidente del Veneto Luca Zaia e l’assessore regionale ai flussi migratori, Manuela Lanzarin

FREGONA La Piana del Cansiglio si prepara ad accogliere la decima edizione della Giornata regionale dei veneti nel mondo: domenica 29 luglio l’altopiano all’incrocio delle tre province di Treviso, Belluno e Pordenone dà appuntamento, in località Sant’Osvaldo, agli emigranti veneti e alle loro associazioni per l’ormai tradizionale “Cansiglio day”. Alla Giornata, organizzata  dall’Associazione Trevisani nel mondo, con il supporto della Regione Veneto che dieci anni fa ha istituto l’appuntamento come momento di ritrovo e di celebrazione pubblica della storia dell’emigrazione, parteciperanno il presidente del Veneto Luca Zaia e l’assessore regionale ai flussi migratori, Manuela Lanzarin.

Sarà il presidente della Regione a consegnare i premi “Eccellenze venete” a emigranti ed esponenti del mondo associativo dei veneti nel mondo che si sono particolarmente distinti per storia, sacrifici, realizzazioni.  I tre premiati, su proposta delle Associazioni venete e dei Comitati e Federazioni di veneti nel mondo, sono: Piergiorgio Boschiero,  nato a Fara Vicentino, per il suo impegno nell'associazionismo in Uruguay, Amalia Pavanel, nata in Francia da genitori di origine veneta, imprenditrice di successo e presidente dell’Associazione Veneti nel Mondo Peru, e Odino Soligo, nato a Trevignano 97 anni fa, imprenditore di successo e impegnato nell’associazionismo in Canada.

Domenica la festa nella tensostruttura a Sant’Osvaldo si aprirà con le note della fanfara alpina di Conegliano e la sfilata di benvenuto (ore 10.45). Alle 11 l’arcivescovo Alberto Bottari de Castello, di Montebelluna e già nunzio apostolico in Africa, Giappone e Ungheria,  presiederà la concelebrazione eucaristica all’aperto con don Canuto Toso, don Giacomo Ferrighetto e don Angelo Arman, i sacerdoti che hanno condiviso la storia dell’emigrazione veneta. Seguiranno i saluti delle autorità presenti e la consegna delle onorificenze “Eccellenze venete”. La festa continuerà con il pranzo nella tensostruttura e poi con i canti  tipici dell’emigrazione veneta eseguiti dal gruppo corale “Agogica”.

Per tutta la manifestazione nella chiesetta di Sant’Osvaldo sarà visitabile la mostra di pittura su “La donna nell’emigrazione veneta”. La Regione Veneto contribuisce all’organizzazione della Giornata, curata dall’Associazione Trevisani nel Mondo, e all’ospitalità dei premiati stanziando 15 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento