menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carnevali di Marca: da Tarzo a Treviso in arrivo un mese e mezzo di divertimento

L'associazione porterà in giro per la provincia tanta allegria, sano divertimento, carri allegorici originali, maschere divertenti e meravigliosi costumi

Un Carnevale intenso e ricco come non mai. L’associazione “Carnevali di Marca” che da quasi vent’anni promuove, organizza e coordina eventi legati alla tradizione del Carnevale in molte città della provincia di Treviso, ha reso ancora più speciale questa manifestazione inserendo nell'edizione 2019 nuovi appuntamenti che sono stati illustrati sabato all'Enoteca Veneta di Conegliano, all'interno del campus della Scuola Enologica, istituto che anche quest'anno parteciperà alle sfilate con un proprio carro allegorico. All'incontro hanno partecipato diverse autorità: dal delegato alla cultura per la Provincia di Treviso Leopoldino Miorin a sindaci e assessori dei Comuni che ospiteranno le sfilate di carri allegorici e maschere.

Ogni anno sono sempre di più le Amministrazioni comunali, le Pro Loco e gli sponsor che rinnovano o iniziano un legame con i Carnevali di Marca sostenendo l'associazione con convinzione, così come la Provincia di Treviso e la Regione del Veneto che patrocinano l'evento. Grazie a questo prezioso lavoro di squadra è possibile offrire a un territorio di anno in anno sempre più ampio un evento ricco e curato, conosciuto e apprezzato anche oltre i confini regionali. I “Carnevali di Marca” portano in giro per la provincia tanta allegria, sano divertimento, carri allegorici originali, maschere divertenti e meravigliosi costumi. Mai come quest’anno il calendario delle sfilate è denso, essendosi arricchito di altre cinque importanti piazze trevigiane. In totale saranno circa 90 i carri allegorici e gruppi mascherati che sfileranno, con oltre 8.000 figuranti e 19 Comuni interessati. Ventuno sono le sfilate programmate e almeno 200.000 le presenze di pubblico attese sulle piazze e vie della provincia.

“L’edizione 2019 sarà sicuramente da record” promette lo staff guidato dal presidente Redo Bezzo. Vengono infatti confermate le tradizionali sfilate nelle città di Conegliano, Vittorio Veneto e Pieve di Soligo, nonché Susegana, Godega di Sant'Urbano e San Vendemiano. Ci sono le piacevoli riconferme delle sfilate di Santa Lucia di Piave (serale), Tarzo, Ponte della Muda (Cordignano), Sernaglia della Battaglia, Giavera del Montello e Nervesa della Battaglia. Concederanno il bis pure le sfilate di Cornuda e Treviso. Da notare il ritorno dello spettacolo di Villorba e l’ingresso nel circuito dei Carnevali di Marca del neonato Comune di Pieve del Grappa (Paderno-Crespano), di Zero Branco, di Roncade e – ultima in ordine di tempo – di Monastier di Treviso. “Queste novità dimostrano una volta di più la volontà della nostra associazione di coinvolgere sempre più Comuni e Pro Loco della Marca trevigiana” commenta Bezzo. Come tutti gli anni, l’ingresso alle sfilate sarà gratuito e ciò permetterà un maggiore coinvolgimento dei cittadini ma in particolar modo dei più piccoli, come spettatori ma soprattutto – secondo i desideri dell'associazione – come protagonisti grazie alla buona volontà di alcuni insegnanti delle scuole che hanno partecipato ai corsi di cartapesta organizzati dell’Associazione nei mesi scorsi.

Anche in un periodo dell'anno tradizionalmente festoso, l’associazione Carnevali di Marca ritiene importante pensare a chi è in difficoltà. Come ogni anno, sarà abbinata alla manifestazione la tradizionale Lotteria di beneficenza, che nel 2019 vanta un montepremi di ben 26.000 euro e come premio principale una Opel Corsa Advance Coupé messa a disposizione da Autogiada. Durante le sfilate sarà possibile acquistare i biglietti (al costo di 2 € l'uno), sperare in un’estrazione fortunata e, se così non fosse, sapere che 5 centesimi di euro per ogni biglietto venduto saranno devoluti a progetti di ricostruzione nel Comune bellunese di Rocca Pietore, alla luce dei gravissimi danni provocati dal maltempo di fine ottobre. Non solo: la Pro Loco di Sottoguda verrà a presentare i progetti e vendere i suoi prodotti tipici nei "Mercatini del Carnevale" di Susegana, Giavera del Montello, Sernaglia della Battaglia, Vittorio Veneto e Conegliano. Lo slogan di questa collaborazione è “Aiutaci a fare rinascere Sottoguda di Rocca Pietore”.

È stato attivato anche un conto corrente per le donazioni intestato al Comitato Borgo di Sottoguda – Conto carnevale Marca trevigiana. Alla conferenza stampa di sabato ha partecipato, portando il saluto degli associati, il presidente del Comitato Borgo di Sottoguda Ivano Darman. Tra i progetti in cerca di fondi ci sono la riparazione dei danni subiti a causa dell'allagamento alla cripta del Santuario di Santa Maria delle Grazie, il ripristino dell'area picnic e zona giochi di Malga Ciapela, che sostituirà quella di Bosco Verde – Prè de Scofa che ha subìto danni elevatissimi e di difficile ripristino, e la riparazione del ponte di Sottoguda che collega l'abitato con la passeggiata dei Faggi più alta d'Europa, compreso l'annesso parco giochi. Sabato 23 Marzo, infine, sarà ancora una volta l’oratorio Giovanni Paolo II di San Vendemiano ad ospitare il Gran Galà di chiusura dei Carnevali di Marca. In quell'occasione verranno estratti i 40 numeri vincenti dei premi della Lotteria di beneficenza.

Così il presidente Redo Bezzo sintetizza lo stato d'animo dello staff dell'associazione e dei volontari che permetteranno di realizzare le 21 sfilate del 2019: “Ci attende un'altra edizione da record in quanto abbiamo ulteriori cinque sfilate in programma, rinnovati spettacoli collaterali e tante sorprese. Oltre alla consueta sinergia con i Comuni e le Pro Loco che già da anni ospitano i Carnevali di Marca, abbiamo riscosso nuovamente la fiducia delle Amministrazioni comunali di Cornuda e Treviso e nei mesi scorsi si è avviata una collaborazione, gestita in particolare dal nostro vicepresidente Nicola Arrigoni, per organizzare le sfilate in altre piazze che contemplano il piacevole ritorno nel calendario della sfilata di Villorba, l'ingresso del neonato Comune di Pieve del Grappa, di Zero Branco, di Roncade in collaborazione con la Pro Loco e di Monastier di Treviso. Ventuno eventi da organizzare ai quattro angoli della provincia non sono pochi (di cui 11 in collaborazione con le Proloco), a maggior ragione se pensiamo che quelle nei due maggiori centri, Treviso e Conegliano, si svolgeranno in contemporanea. Abbiamo comunque deciso di accettare questa sfida e siamo emozionati e al tempo stesso carichi per il lavoro che ci attende. Speriamo di fare divertire quante più persone possibile con i nostri spettacoli, e a tal proposito ringrazio tutti i nostri sponsor nonché la protezione civile e tutti i volontari che cureranno un settore delicato come la sicurezza di pubblico, carristi e maschere. Invito tutti a visitare il nostro rinnovato sito www.carnevalidimarca.it e le nostre pagine Facebook per tenersi costantemente informati sugli spettacoli”.

Le nuove sfilate dell'edizione 2019 sono state illustrate dal vicepresidente dell'associazione, Nicola Arrigoni: “Domenica 27 gennaio, si torna a Villorba con un 'Carnevale 2.0'. Dopo alcuni anni di assenza il Comune ha voluto ripartire alla grande con la nostra organizzazione. Partiremo da Fontane e arriveremo a Carità, in piazza Aldo Moro. La scorsa estate la nostra associazione, sapendo dell'imminente referendum che li avrebbe uniti, si è chiesta: perché non partire da Paderno e arrivare a Crespano del Grappa 'unendo' così i due Comuni con i carri allegorici? Sarà una sfilata unica nel suo genere perché sfileranno 400 bambini e 500 genitori. Per noi dei Carnevali di Marca, che da anni lavoriamo per promuovere questa tradizione nelle scuole, sapere che le materne ed elementari di due Comuni saranno tutte in piazza con abiti da carnevale sarà qualcosa di molto grande e interessante".

"E la scorsa settimana si è aggiunta al nostro circuito anche Monastier di Treviso, dove saremo presenti insieme a Comune, commercianti e associazioni del territorio. Anche il nuovo appuntamento di Zero Branco ha una storia particolare: un giovedì sera la vicesindaco ci ha scritto su Facebook e cinque minuti dopo le abbiamo risposto. Nel giro di mezz'ora Zero Branco era entrata a fare parte dei Carnevali di Marca. Spinti dalla nuova amministrazione comunale e dalla 'pazzia', che è la nostra benzina, torneremo per il secondo anno a Treviso con un grande carnevale, le cui manifestazioni dureranno 5 giorni in quattro piazze del centro storico con artisti di strada, trampolieri, maghi, mangiafuoco, truccabimbi e palloncini. Sempre a Treviso, grazie alla compagnia d'arte 'Rinascita' di Paese, per tre giorni nella Loggia dei Cavalieri ricreeremo un teatro veneto che proporrà repliche delle più importanti commedie goldoniane. A Roncade la Pro Loco organizzerà una sfilata di carnevale, per il primo anno in collaborazione con la nostra associazione e il centro commerciale L'Arsenale” conclude Arrigoni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento