Escono di casa, quando tornano la trovano occupata da un'abusiva

Una famiglia di Monastier da due settimane non può rientrare in perché una donna straniera si è impossessata della loro abitazione. Intervengono sindaco e forze dell'ordine

Aveva lasciato la casa incustodita alcuni giorni per problemi di salute. Rientrato dalle visite si è trovato un nuovo lucchetto alla porta e una donna straniera che non l'ha voluto far rientrare dicendo che ora la casa era sua. La disavventura è successa a un componente di una famiglia residente a Monastier, rimasta senza casa dopo l'occupazione abusiva avvenuta due settimane fa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda, raccontata sui social, ha creato un vero e proprio caso in pochi giorni: «Abbiamo una casa di famiglia a Monastier lungo una strada di traffico sostenuto, chiusa per motivi di salute di chi ci abita - spiega una familiare del proprietario - Circa 15 giorni fa è stata occupata abusivamente da una signora non italiana. Questa signora ha portato all' interno le sue cose e messo un luchetto sulla porta, che lei chiude quando esce. Immediatamente sono state avvisate le forze dell' ordine e le istituzioni ma la Legge non permette a nessuno di buttarla fuori. Diciamo che tutti hanno le mani legate. Ci sono degli avvocati che stanno cercando di fare qualcosa. Tempi lunghi, e risorse economiche da investire. Abbiamo cercato di essere cortesi e comprensivi ma siamo anche arrabbiati. Andiamo a fare un civile disturbo in casa nostra e veniamo insultati. Ci sembra di vivere un incubo. Non ci resta che aspettare i tempi biblici di tutto. Quindi dico a tutti voi di prestare attenzione alle vostre case. Queste persone non hanno timore, sanno molto bene che nessuno li può buttare fuori in tempi brevi. Sia chiaro che non voglio alzare polveroni politici, voglio solo che si sappia che tutto questo può capitare a chiunque» conclude. L'inquilina abusiva sostiene però di aver pagato un affitto per la casa e di poterci rimanere senza problemi. Sulla vicenda è intervenuta il sindaco di Monastier, Paola Moro che, con l'aiuto delle forze dell'ordine, sembra aver convinto la donna a liberare la casa concedendole qualche giorno di tempo per lo sgombero. Sulla vicenda restano però ancora molti punti da chiarire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento