Coronavirus, una task force dell'Ulss 2 per controllare le case di riposo

La guiderà il dottor Franco Moretto e sarà un equipe di specialisti. Al via i "test rapidi" che individueranno se un paziente è positivo ancor prima del tampone

Con il passare dei giorni l'emergenza Coronavirus sta interessando non solo gli ospedali della Marca ma anche i pazienti positivi in isolamento a casa e gli anziani ospitati nelle case di riposo della provincia.

Per tenere sotto controllo la situazione e limitare il più possibile il contagio, l'Ulss2 ha istituito una squadra specializzata di medici che sarà guidata dal dottor Franco Moretto ed altri specialisti. La task force trevigiana è operativa già da 3 settimane e ha controllato finora 12 case di riposo sulle 54 presenti nella Marca. Le strutture controllate sono: Ca' dei fiori a Casale sul Sile, Santa Maria de' Zairo di Zero Branco, Casa Bernadette di Villorba, Israa di Treviso, Cesana Malanotti a Vittorio Veneto, Villa Belvedere a Crocetta del Montello, San Gregorio a Valdobbiadene, Oic di Vedelago, Domenico Sartor a Castelfranco, Casa Fenzi a Conegliano e la casa di riposo Giovanni XXIII di Monastier. Ad oggi sono stati eseguiti tamponi su 366 anziani delle case di riposo e su 803 operatori per un totale di 1169 test eseguiti. Il compito degli specialisti è dare supporto al personale delle case di riposo. I medici della task force intervengono in loco e individuano quali sono gli anziani positivi e i negativi. Per le prossime settimane le proposte al vaglio sono diverse: tra queste c'è la possibilità di misurare la temperatura a tutti gli operatori delle case di riposo in modo che non portino il virus all'interno. La seconda è spostare i pazienti negativi mettendoli tutti in case di riposo con anziani senza il virus, allontanandoli da eventuali strutture in cui sono stati registrati i contagi. Ad oggi il 42% degli anziani è risultato positivo al test del tampone, mentre tra gli operatori delle case di riposo controllati solo il 7% è risultato positivo al tampone.

"Test rapidi" prima di fare i tamponi

Nella conferenza stampa di martedì 31 marzo il direttore dell'Ulss 2, Francesco Benazzi, ha spiegato come l'aziendaRoche, incaricata di produrre i test del tampone a livello globale, fornirà dai prossimi giorni un minor numero di test all'Italia e di conseguenza al Veneto rispetto alle scorse settimane. Questo perché la pandemia globale sta raggiungendo numeri considerevoli anche in altri Paesi bisognosi di fare i test. Nonostante questo, la Regione Veneto è riuscita a procurarsi circa 700mila test rapidi IGM-IGG che vengono fatti sul sangue. Danno un risultato netto e immediato e fanno capire se una persona è positiva o negativa al virus. D'ora in poi dunque solo i pazienti che risulteranno positivi ai test rapidi verranno sottoposti al test del tampone.

I decessi nella Marca dal 2017 ad oggi

I dati sono stati registrati nel periodo di tempo che va dal 1 gennaio al 29 marzo. A Treviso nel 2017 ci sono stati 388 morti, nel 2018 358, nel 2019 363, nel 2020 406 (43 decessi in più). A Oderzo si sono registrati due decessi in più rispetto al 2019. A Conegliano 37 decessi in più rispetto all'anno scorso. A Vittorio Veneto invece sono 5 in meno rispetto al 2019. A Castelfranco sono 49 i decessi in meno. A Montebelluna 4 decessi in meno. 908 i decessi complessivi nel 2019, 933 nel 2020. Un aumento non sproporzionato nonostante l'emergenza Coronavirus. Ad oggi solo il 7% dei medici di Medicina Generale di tutta l'Ulss 2 è risultato positivo al virus.

Il video della conferenza stampa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • La fortuna bacia un trevigiano: vinti 300 mila euro al "Miliardario"

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Questo è il periodo della zucca: 4 ricette tipiche buonissime

  • Zaia, nuova ordinanza per le scuole superiori: «Didattica digitale al 75%»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento