menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo Asolo anche a Casier arriva lo sportello telematico anticrisi

Il progetto nasce grazi all'Associazione nazionale sul sovra indebitamento "Rialziamoci Italia"

"Rialziamoci Italia” arriva nella Marca e nel Comune di Casier in seguito al decreto autorizzativo da parte del Ministero della Giustizia con PDG n. 281, emesso in data 08.10.2020. L’Associazione nazionale sul sovra indebitamento Rialziamoci Italia, da anni, ha come obiettivo primario quello di diffondere e rendere accessibile la legge n. 3/2012 chiamata “salva suicidi”, mettendo in relazione i soggetti sovra indebitati con le istituzioni in grado di gestire le problematiche da sovra indebitamento, siano essi privati cittadini, professionisti o imprese non comprese dalla disciplina fallimentare.

In questo delicato momento di crisi economico-finanziaria e di emergenza socio-sanitaria, l’Amministrazione comunale ha scelto di collaborare fattivamente e “fare rete” con le diverse realtà attive sul territorio. Ecco perché il Comune di Casier, attento alle esigenze dei cittadini ma ancor più in questo periodo di emergenza, ha dato parere favorevole  per l’attivazione di uno Sportello Telematico Anticrisi Rialziamoci Italia dedicato ai cittadini del Comune di Casier.

Lo sportello telematico Anticrisi del Comune di Casier fornisce un’ulteriore risposta concreta alle problematiche del territorio ed è a disposizione di tutti gli interessati: oltre alla consultazione per via telematica, è disponibile un servizio di primo ascolto gratuito al numero verde 800.03.2012. Con questo nuovo servizio, i cittadini di Casier potranno prenotare, nel rispetto della privacy, in modo semplice e veloce un appuntamento telematico gratuito di mezz’ora con professionisti “esperti del debito”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento