Coronavirus, cassa integrazione per i dipendenti di Benetton Group

La misura riguarderà il periodo compreso fino al 17 aprile 2020 e potrà protrarsi per una durata massima complessiva di 9 settimane tra il 23 marzo e 30 agosto 2020

In foto la sede di Benetton Group (Immagine d'archivio)

Il decreto “Cura Italia” approvato nelle scorse ore dal Consiglio dei Ministri e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 18 marzo 2020, nella parte dedicata alla tutela del lavoro e delle famiglie, ha previsto la possibilità per le aziende di ricorrere a Cassa Integrazione Guadagni per ridurre l’impatto del protrarsi della crisi sui lavoratori e sulle aziende stesse.

Benetton Group ha perciò scelto di attivare la cassa integrazione per i suoi dipendenti. La misura riguarderà un primo periodo di tempo fino al 17 aprile 2020 e potrà protrarsi per una durata massima complessiva di 9 settimane nell’arco temporale tra il 23 marzo e 30 agosto 2020, come previsto dal citato decreto. Si tratta di una misura presa per la totalità dei dipendenti dell’azienda, ma che sarà complessivamente attiva per un numero ridotto di giornate, venendo alternata alle attività svolte in smart working (o alla residuale presenza fisica) e alla fruizione di ferie per garantire la continuità dell’azienda. Sulla rete negozi diretti Italia, per il momento i dipendenti vengono mantenuti in ferie, in attesa che giungano le necessarie indicazioni applicative da parte delle Istituzioni in merito a quale ammortizzatore sociale sia accessibile per questo comparto. Benetton Group ha ringraziato tutti i collaboratori per l’impegno che stanno profondendo anche in questa fase complessa e imprevedibile. «Grazie agli sforzi di questo momento straordinario avremo la forza per ripartire al meglio appena la crisi sarà superata. Con l’entusiasmo e l’energia che da sempre identificano Benetton nel mondo» concludono i vertici dell'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento