rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità Castelfranco Veneto

A Castelfranco la festa per l'Ucraina: presenti oltre 100 persone

E’ stata un’occasione di conoscenza e di scambio di esperienze ed informazioni tra profughi ucraini e le tante famiglie italiane che li ospitano

Si è svolta domenica 1 maggio, presso il Patronato Pio X, parrocchia Santa Maria della Pieve, una giornata di amicizia con gli amici ucraini. Proposta ed organizzata dai Gruppi Giovanili, gli Scout ed il “Circolo Noi” della parrocchia stessa, l'evento ha visto la partecipazione di oltre un centinaio di persone, soprattutto donne e bambini, di nazionalità Ucraina giunti in queste settimane a Castelfranco ma anche alloggiate in comuni limitrofi, Resana, Altivole, presente anche  un numeroso gruppo proveniente da Conegliano.

Altrettante le persone Italiane intervenute alla bellissima manifestazione, in particolare le famiglie che stanno ospitando nelle loro abitazioni donne e bambini sfollati per la guerra in corso, giovani e scout, altre famiglie che con la loro presenza, hanno voluto sottolineare la loro amicizia e la grande solidarietà a queste persone che stanno attraversando un periodo molto complicato a causa del conflitto. Grazie alle buone condizioni metereologiche, fino al tardo pomeriggio si sono alternati giochi individuali e di squadra; il buon cibo preparato secondo la tradizione culinaria ucraina e veneta e dolci ucraini, è stato particolarmente apprezzato per le reciproche novità che portava. Particolarmente toccante la recita di una lunga poesia in lingua Ucraina, di una bambina ospite da qualche settimana qui a Castelfranco insieme alla mamma ed alla sorellina di 3 anni.

E’ stata un’occasione di conoscenza e di scambio di esperienze ed informazioni utili, tra le persone ucraine provenienti da diverse aree del Paese e fra queste famiglie e le tante famiglie italiane che con grande generosità si sono rese,  in forme diverse, disponibili a collaborare con l’Unità di Crisi costituitasi a Castelfranco per contribuire ad attenuare questa tragedia umanitaria. Al 30 aprile sono infatti 25 , i nuclei familiari  che sono supportati dalla Caritas Cittadina con aiuti materiali ed economici, 79 persone di cui ben 37 hanno un’età inferiore a 15 anni, sono 7 i nuclei familiari accolti nel sistema di accoglienza locale coordinato dalla Unità di Crisi attraverso la Caritas Cittadina.

Altre disponibilità sono pronte in caso di ulteriori richieste di accoglienza. Ricordiamo che si può contribuire a questa emergenza attraverso bonifici all’Iban: IT37H0306909606100000164012 oppure mediante la consegna di generi alimentari di lunga conservazione al Centro di Distribuzione della Caritas Cittadina, via Salvo D’Acquisto n. 2 aperto dalle ore 9 alle ore 12 tutti i giorni feriali. Per segnalare disponibilità alla accoglienza o altre forme di sostegno alle diverse iniziative, telefonare dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12 allo: 0423723702 oppure scrivere a cdascolto.castelfranco@gmail.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Castelfranco la festa per l'Ucraina: presenti oltre 100 persone

TrevisoToday è in caricamento