La cultura torna a Castelfranco: il Museo Giorgione è pronto a riaprire al pubblico

Da venerdì sarà possibile visitare la mostra "Di qua e di là dal mondo. Umani e non umani nei burattini" di Bepe Pastrello

Dopo una lunga chiusura, imposta dall’emergenza sanitaria, il Museo Casa Giorgione riapre le porte ai visitatori dal 29 maggio. Sarà possibile accedere al museo nelle giornate di venerdì, sabato e domenica nei seguenti orari: dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. All’interno, oltre all’allestimento permanente e al Fregio giorgionesco, sarà possibile visitare la mostra "Di qua e di là dal mondo. Umani e non umani nei burattini" di Bepe Pastrello, che l’Amministrazione ha voluto prorogare per riprendere le fila dell’articolato progetto di valorizzazione sul burattinaio castellano Pastrello, avviato lo scorso dicembre.

«Nei prossimi giorni sarà pubblicato un video – dice l’Assessore alla Cultura Franco Pivotti- che racconta la mostra e che ci auguriamo possa contribuire al rilancio delle iniziative. Il video sarà presto disponibile sul sito del museo e nei vari canali social. Ci aspettiamo una ripartenza lenta, motivata dall’assenza dei turisti e dalla chiusura delle scuole, ma è doveroso riaprire e ripartire anche dalla cultura». Oltre a un rapido inquadramento da parte dell’Assessore, il video conterrà gli interventi del direttore del museo, Matteo Melchiorre, e della curatrice della mostra, prof.ssa Cristina Grazioli; sarà inoltre corredato dalle splendide immagini delle sale allestite e dalla voce del lettore Livio Vianello, che legge alcuni stralci dal diario del burattinaio di Castelfranco.

In questi giorni sono in corso le operazioni di igienizzazione e messa in sicurezza dei locali del museo e tutte le misure necessarie a renderla idonea ad accogliere i visitatori. «Abbiamo preparato un protocollo - dichiara Matteo Melchiorre- e ci saranno alcuni cambiamenti, a partire dall’esigenza di far entrare solo un numero ristretto di persone alla volta. Ci siamo confrontati con i colleghi di altri musei e luoghi della cultura per ragionare assieme sulle tante problematiche della gestione del pubblico, dei beni e degli spazi: è una sfida complessa che impone la massima prudenza e grande capacità di reinventarsi».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento