menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campagna “Solidarietà in Circolo”: a Castelfranco torna la "spesa sospesa"

L'iniziativa, nata per aiutare le fasce più deboli della città soprattutto in epoca Covid, è del circolo castellano del Partito Democratico

La segreteria nazionale del Partito Democratico ha lanciato la campagna “Solidarietà in Circolo” invitando tutti i Circoli del partito ad una raccolta di generi alimentari di prima necessità da consegnare alle organizzazioni che localmente che si occupano di assistere persone e famiglie in difficoltà a causa del perdurare della pandemia da Covid. A Castelfranco Veneto, come già nella scorsa primavera, sta ripartendo in questi giorni l’iniziativa solidale “Spesa sospesa”, nata per aiutare le fasce più deboli della città. I castellani possono acquistare qualche prodotto e lasciarlo in un carrello posto all’uscita di uno dei 20 negozi che hanno aderito alla raccolta. La Caritas cittadina provvederà a dividerli e consegnarli alle famiglie in difficolta. Sono una cinquantina i volontari tra Protezione civile, Coordinamento del volontariato e associazione TedX che seguono la parte logistica. La “Solidarietà in Circolo” si traduce pertanto a Castelfranco Veneto nel sostegno all’iniziativa “Spesa Sospesa”.

«Invito pertanto i cittadini e le cittadine, compresi iscritti e simpatizzanti - dichiara Teresa Spaliviero, Segretaria del Circolo PD di Castelfranco Veneto - a informarsi se il negozio di generi alimentari presso il quale fanno la spesa è attiva la raccolta “Spesa sospesa”, nella misura consentita dalle prescrizioni di contenimento della diffusione del Covid e quindi, dopo aver pagato alla cassa, a lasciare in dono nel carrello o nello scatolone della “Spesa sospesa” generi di prima necessità, in particolare latte a lunga conservazione, olio, caffè, carne o altri alimenti in scatola, tonno, sgombro, zucchero, pelati, prodotti per l’infanzia, pannolini di varie misure e assorbenti igienici. In questo anno così difficile, anche se ormai stanchi di doverci continuamente controllare, limitare, isolare, raccomando a tutte e tutti di continuare ad adottare comportamenti adeguati a prevenire il contagio e a dimostrare come il popolo dei democratici sia un popolo resistente e solidale».

unnamed-91-45

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento