Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Castelfranco Veneto, nuove assunzioni in Comune: aumenta il personale

Previsto il turnover di un istruttore del Servizio di edilizia privata, l'assunzione a tempo indeterminato di un nuovo assistente sociale e l'incremento di orario per un secondo assistente sociale già assunto

Il sindaco di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon

Turnover, assunzioni a tempo determinato e indeterminato: sono queste le azioni che vanno ad integrare il Piano dei fabbisogni di personale per il triennio 2021-2023 ed il Piano occupazionale 2021 recentemente approvati dalla giunta comunale di Castelfranco Veneto. Spiega il sindaco, Stefano Marcon: «La nostra è una scelta che va ad integrare l'attuale dotazione organica del Comune che conta appena 146 dipendenti di cui 140 a tempo indeterminato e sei a tempo determinato e che è ben al di sotto del cosiddetto valore soglia. I passati tagli dei trasferimenti agli enti locali e il blocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione hanno messo a dura prova l’ente in questi ultimi anni. Ora, gradualmente, qualche spiraglio si sta aprendo e l’amministrazione sta facendo del proprio meglio per reintrodurre quelle figure professionali necessarie per garantire adeguati standard di servizio. Per questo abbiamo sfruttato le finestre di manovra che si sono aperte, integrando o istituzionalizzando laddove possibile con l’obiettivo prioritario di migliorare l’efficacia e l’efficienza della nostra struttura comunale che, va detto, nonostante si trovi sotto organico, ha sempre cercato di dare il massimo» conclude il sindaco.

Nello specifico, è previsto il turnover di un istruttore direttivo tecnico Servizio edilizia privata in seguito alle dimissioni presentate nel 2021 da un dipendente: in questo settore il Comune sta cercando di reintegrare più risorse possibili per riportare l’organico dalle attuali 2 unità alle 5 originarie. E’ inoltre prevista l’assunzione a tempo indeterminato di 1 assistente sociale categoria D da destinare integralmente alla gestione del Piano Povertà e la prosecuzione fino alle fine del 2022 di altri 3 rapporti di lavoro a tempo determinato finanziati con le risorse dello stesso Piano Povertà. Infine, sarà incrementato per un anno l’orario di un assistente sociale, già operativo, a tempo indeterminato e a tempo parziale fino ad un massimo di 33 ore settimanali. In questo caso saranno utilizzate le risorse ottenute con un ulteriore finanziamento destinato al progetto Pais del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, rientrante nel Programma operativo nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco Veneto, nuove assunzioni in Comune: aumenta il personale

TrevisoToday è in caricamento